Al via a Genova la IV edizione di “Poême électronique”

A cura di KSENJA LAGINJA e STEFANO BERTOLI Anno nuovo e rinnovata stagione di POÊME ÉLECTRONIQUE per una fiammante quarta edizione! Anche quest’anno vi abbiamo preparato una ricca selezione poetica/musicale, sempre con la stessa voglia di sperimentare, nel luogo da cui tutto nacque: il Kowalski. Sapevate che “Poème électronique” è un brano musicale di 8 […]

Continua a leggere "Al via a Genova la IV edizione di “Poême électronique”"

Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 2/2

Di ENZO CAMPI *   Nel corso di questa disamina abbiamo già incontrato qualche filtro e qualche tramite (l’accostamento oppositivo/riconciliativo tra classicismo e sperimentazione; l’estroiezione di un’anteriorità intesa come flusso e godimento; la produzione di soggettività differita nell’altro, le muse da usare e in cui usarsi, ecc.) e altri ne incontreremo che, seppur diversi tra […]

Continua a leggere "Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 2/2"

Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 1/2

Di ENZO CAMPI * In linea di massima e per quel che mi riguarda, basterebbe dire che quest’opera è costituita da una serie di poesie erotiche o, se preferite, aggiungere un’etichetta di genere: «omoerotiche», e il discorso sarebbe già chiuso. Non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro. Non tanto per lo specifico dell’opera di cui […]

Continua a leggere "Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 1/2"

Usando Testa: un saggio di Vladimir D’Amora sulla poesia di Italo Testa

Di VLADIMIR D’AMORA Essendo che: la scrittura della poesia di Italo Testa è semplice: piegata-una-volta; ed essendo che: la scrittura della poesia di Italo Testa è una esperienza pericolosa: por-perior: ché esige conoscenza immediata diretta (peritia): esperta del periculum: in un incontro con certe resistenze: porta-porto: con la durezza di soglia di mediazione: experientia teste… […]

Continua a leggere "Usando Testa: un saggio di Vladimir D’Amora sulla poesia di Italo Testa"