In evidenza

Legami performativi. La voce del corpo

  Di VITALDO CONTE *   La scena della performance art tende a dilatare fisicamente le sue possibili espressioni, attraverso la voce del corpo con i suoi “legami”: intimi, relazionali, oscuri, sonori. Che, talvolta, esigono la loro ritualizzazione in un evento. L’alchimia dei legami esprime un’arte-vita della conoscenza. Ma anche una terapia naturale, che può […]

Read More Legami performativi. La voce del corpo
In evidenza

Anonimo Frastuono: Immaginare il Paesaggio: 24/25 Agosto a Conversano

Di ELENA MANZARI Anonimo frastuono. Immaginare il Paesaggio Interpretazioni e pratiche per un uso consapevole del territorio Il 24 e il 25 agosto a Conversano all’interno di Imaginaria, Festival Internazionale del Cinema d’Animazione d’Autore, si terrà Anonimo Frastuono. Immaginare il Paesaggio, una rassegna multimediale di due giorni che propone proiezioni, performances e discussioni sul tema […]

Read More Anonimo Frastuono: Immaginare il Paesaggio: 24/25 Agosto a Conversano
In evidenza

Societas e Tim Spooner al Festival Natura Dèi Teatri di Parma

Di MICHELE PASCARELLA Mentre proseguono (fino al 6 luglio) le repliche di Iphigenia in Aulide di Lenz Fondazione all’Oratorio di San Quirino, il Festival diretto da Maria Federica Maestri e Francesco Pititto accoglie una creazione ad hoc dell’affermato artista inglese in residenza creativa a Lenz Teatro e uno spettacolo di e con Claudia Castellucci e […]

Read More Societas e Tim Spooner al Festival Natura Dèi Teatri di Parma

Lo Zen, oppure l’abilità di catturare un suono. Scrittura, oralità e impermanenza – Sonia Caporossi letta da Filippo Lubrano

Testo di SONIA CAPOROSSI * Lettura in video di FILIPPO LUBRANO * Esiste, in teoria della letteratura, una dicotomia funesta e foriera di infiniti lutti addotti non solo agli Achei, ma anche ai contemporanei: quella tra poesia e letteratura, ovvero tra oralità e scrittura, tematizzata negli ultimi anni da un’agguerrita frangia di poeti performativi. Si […]

Read More Lo Zen, oppure l’abilità di catturare un suono. Scrittura, oralità e impermanenza – Sonia Caporossi letta da Filippo Lubrano