Sebastiano Adernò: fotografia e videoarte, una retrospettiva 2015/2016

Fotografie e videoarte di SEBASTIANO ADERNO’ (2015/2016) Sebastiano Adernò è nato ad Avola (Siracusa) nel 1978. Si è laureato in lettere moderne a Milano con un iter formativo in Storia e Critica delle Arti e una tesi in Storia e Critica del Cinema. Nel 2010 vince il Premio “Ossi di Seppia” e si classifica terzo … Continua a leggere Sebastiano Adernò: fotografia e videoarte, una retrospettiva 2015/2016

Francesco Pitassio, Alice nel paese senza meraviglie. Un’ipotesi sul rapporto cinema/letteratura nei paesi di lingua ceca

Di FRANCESCO PITASSIO * I. Senza meraviglie Nella storia della cinematografia ceca esistono modelli di adattamento del testo letterario differenti, che rimandano ad un’ideologia della prassi cinematografica e della cultura del tutto diverse.Opzioni non esplicitamente contrapposte, ma non assimilabili l’una all’altra, poiché poggiano su differenti tipologie comunicative. Una maggioritaria, l’altra minoritaria. A mio giudizio, le … Continua a leggere Francesco Pitassio, Alice nel paese senza meraviglie. Un’ipotesi sul rapporto cinema/letteratura nei paesi di lingua ceca

“Antropocene – L’epoca umana” nelle sale cinematografiche il 19 settembre

A cura di GIULIA BERTONI Antropocene – L’epoca umana, il film che indaga l’impatto dell’uomo sul pianeta attraverso le straordinarie immagini di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier ed Edward Burtynsky arriverà nelle sale di tutta Italia il 19 settembre dopo un incredibile accoglienza di pubblico e critica in occasione delle anteprime estive che hanno registrato … Continua a leggere “Antropocene – L’epoca umana” nelle sale cinematografiche il 19 settembre

“resto del paso”: una prosa sperimentale di Vladimir D’Amora, fra testualità e critica, a partire da Pasolini

Di VLADIMIR D’AMORA * resto del paso Di solito, per lo più, non essere propensi indulgenti a certa letteratura critica. Un tempo serviva a sapere insieme cosa pensare e cosa non pensare circa dati e temi e motivi. Poi cambiare. Quindi capire di doversi tematizzare: dirsi nel dirne. Ma pure questo però, non basti. Trovarsi … Continua a leggere “resto del paso”: una prosa sperimentale di Vladimir D’Amora, fra testualità e critica, a partire da Pasolini

Cosetta G. Saba: il cinema di Carmelo Bene

Di COSETTA G. SABA * Non si può che stare in “ascolto”: il tentativo stesso di “pensare” il cinema di Carmelo Bene mette in una condizione di anomia, di cortocircuito del linguaggio, di bianco, di silenzio. Questa “leggibilità” sbiancata corrisponde al cortocircuito audiovisivo dell’opus di Bene in cui l’ascoltovisto diviene immagine udita ed equivale al … Continua a leggere Cosetta G. Saba: il cinema di Carmelo Bene

“Il senso della bellezza – Scienza e Arte al CERN” nei cinema italiani a Novembre

  Di GIULIA BERTONI Segnaliamo l’uscita evento nei cinema italiani esclusivamente il 21 e 22 Novembre del film IL SENSO DELLA BELLEZZA – SCIENZA E ARTE AL CERN. Il film di Valerio Jalongo, che sarà distribuito da Officine UBU, è il racconto di un esperimento senza precedenti che vede scienziati di tutto il mondo collaborare intorno alla … Continua a leggere “Il senso della bellezza – Scienza e Arte al CERN” nei cinema italiani a Novembre

Le mani scheletriche in Greed di Erich Von Stroheim o la rapacità stercoraria dei Roaring Twenties

Di SONIA CAPOROSSI * Io sono brutto, ma posso comprarmi la più bella tra le donne. E quindi io non sono brutto, perché l’effetto della bruttezza, la sua repulsività, è annullata dal denaro. Io, considerato come individuo, sono storpio, ma il denaro mi procura ventiquattro gambe; quindi non sono storpio. Io sono uno stupido, ma il … Continua a leggere Le mani scheletriche in Greed di Erich Von Stroheim o la rapacità stercoraria dei Roaring Twenties

Festa del Racconto: il CineBus del Teatro dell’Orsa per i cinema perduti di Carpi

A cura della REDAZIONE L’inedita proposta teatral-cinematografica di Monica Morini e Bernardino Bonzani del Cinebus è andata in scena su un autobus in viaggio nel centro storico della città di Carpi. «Un autobus percorre un itinerario insolito in città, fa tappa davanti alle sale cinematografiche perdute, chiuse, invisibili e consegnate a un’epopea del secolo passato. Ogni … Continua a leggere Festa del Racconto: il CineBus del Teatro dell’Orsa per i cinema perduti di Carpi

“Le stagioni di Louise” di Jean-Francois Laguionie: il nuovo intimismo del cinema d’animazione francese

A cura di SONIA CAPOROSSI E’ uscito da poco più di un mese al cinema, grazie alla distribuzione di I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, il film d’animazione Le stagioni di Louise del regista francese Jean-François Laguionie, storia appassionante e delicata, incentrata, come ci racconta l’autore, sulla figura commovente di Louise, “una donna anziana e tenace che, … Continua a leggere “Le stagioni di Louise” di Jean-Francois Laguionie: il nuovo intimismo del cinema d’animazione francese

Call For Artist per CortoLive. Ripensare il Lazio con i cortometraggi cinematografici

A cura della REDAZIONE Call For Artist per CortoLive Ripensare le provincie e le periferie del Lazio attraverso la realizzazione di cortometraggi cinematografici. Per la realizzazione di CortoLive, rassegna di cortometraggi cinematografici dedicati al tema delle periferie urbane, Procult lancia la Call For Artist per la selezione di 15 progetti di giovani cineasti under 35 … Continua a leggere Call For Artist per CortoLive. Ripensare il Lazio con i cortometraggi cinematografici

Piero della Francesca incontra Marcel Duchamp. Debutta Archè di Masque Teatro

A cura della REDAZIONE Il progetto, ideato da Masque teatro in collaborazione con Cinemovel Foundation, mette in relazione due tra le opere più emblematiche della storia dell’arte, La Resurrezione di Piero della Francesca e Il Grande Vetro di Marcel Duchamp. A Forlì, domenica 19 giugno. Incontri inconsueti. Archè di Masque Teatro fa dialogare due opere … Continua a leggere Piero della Francesca incontra Marcel Duchamp. Debutta Archè di Masque Teatro

Il girotondo della memoria. Su 8½ di Federico Fellini 2/2

Di ALESSANDRO SICILIANO * (III cap. di “Il vuoto al centro del reale”) Seguendo questo motivo artistico felliniano, di una trasposizione della vita nel film e del film nella vita, parleremo ora di quello che è considerato all’unanimità della critica il suo capolavoro, il punto di realizzazione totale della sublimazione artistica felliniana. Com’è facile intuire, … Continua a leggere Il girotondo della memoria. Su 8½ di Federico Fellini 2/2

Il girotondo della memoria. Su 8½ di Federico Fellini 1/2

Di ALESSANDRO SICILIANO * (III cap. di “Il vuoto al centro del reale”) Quando Rossellini disse che La dolce vita era il film di un provinciale, probabilmente non si rendeva bene conto di ciò che stava affermando. Dal mio punto di vista, infatti, chiamare un artista con l’appellativo di provinciale è la migliore definizione che … Continua a leggere Il girotondo della memoria. Su 8½ di Federico Fellini 1/2

“Il vuoto al centro del reale. Sulla fedeltà alla cosa”, un saggio di Alessandro Siciliano: “In principio si era” 3/3

Di ALESSANDRO SICILIANO IN PRINCIPIO SI ERA #2 4. Il soggetto del desiderio è strutturalmente insoddisfatto. Il desiderio espande l’individuo indietro e in avanti, lo declina al passato e al futuro, in ricordo di ciò che è stato e non sarà più e in attesa di ciò che verrà come tempo migliore. Tale è la … Continua a leggere “Il vuoto al centro del reale. Sulla fedeltà alla cosa”, un saggio di Alessandro Siciliano: “In principio si era” 3/3

“Il vuoto al centro del reale. Sulla fedeltà alla cosa” un saggio di Alessandro Siciliano, Introduzione 1/3

  Di ALESSANDRO SICILIANO   INTRODUZIONE La rappresentazione e il vuoto, suo impossibile. Quale intreccio, quali implicazioni, tra psicoanalisi e arte? Nel testo che prendo come riferimento in questo lavoro, il Seminario vii di Jacques Lacan, lo psicoanalista avvia il suo primo studio dettagliato di ciò che lui stesso definirà il registro del reale e … Continua a leggere “Il vuoto al centro del reale. Sulla fedeltà alla cosa” un saggio di Alessandro Siciliano, Introduzione 1/3

La Sicilia inedita e dimenticata de “Gli anni brevi”, web serie di Vladimir Di Prima

Di VLADIMIR DI PRIMA GLI ANNI BREVI è una serie web scritta e diretta da Vladimir Di Prima. Le colonne sonore sono curate dal musicista Angelo Lizzio. Attraverso gli occhi e gli sguardi di sedici donne siciliane ormai affrancate dallo stereotipo che per anni le ha disegnate  sottomesse e vittime, verranno riproposti scorci di una … Continua a leggere La Sicilia inedita e dimenticata de “Gli anni brevi”, web serie di Vladimir Di Prima

“Ad ogni costo”, il realismo amaro delle borgate in un film di Davide Alfonsi e Denis Malagnino

Di DENIS MALAGNINO Ad ogni costo è una storia amara e fin troppo comune ambientata nella realtà delle borgate in cui siamo cresciuti. Gennarino è un padre disperato che vive in una roulotte abbandonata alla periferia di Roma e che vuole con tutte le forze riavere suo figlio Pasqualino, che gli è stato tolto dagli assistenti … Continua a leggere “Ad ogni costo”, il realismo amaro delle borgate in un film di Davide Alfonsi e Denis Malagnino

“Strade”, il cortometraggio: presentazione a cura di Anthony Walls

Di ANTHONY WALLS   Quando ho incontrato Tiziano Cocciò sul treno per Tiburtina era da molto tempo che non lo vedevo. Mi raccontò di un suo recente viaggio negli Stati Uniti, in cui aveva conosciuto un filmaker che gli aveva trasmesso la passione per il video, così aveva comprato una videocamera professionale. Sul treno, dopo … Continua a leggere “Strade”, il cortometraggio: presentazione a cura di Anthony Walls

“SENZA PAROLE”, la sitcom satirica di Denis Malagnino su Youtube

Di SONIA CAPOROSSI Su Critica Impura arriva il cinema d’autore, nella sua declinazione ironica e bizzarra. SENZA PAROLE è infatti una sitcom di satira politica surreale interpretata da pupazzi e animali domestici. E’ la storia di un nonno nostalgico fascista che vive in casa con la sua domestica di colore; un nonno bizzarro, dispettoso, che gliene … Continua a leggere “SENZA PAROLE”, la sitcom satirica di Denis Malagnino su Youtube

Presentazione del Cortometraggio “K-un paese infestato dalle arti” di Michele Porsia e Alessandro Melis a Campobasso

I lettori di Critica Impura sono invitati a partecipare alla presentazione del cortometraggio K – un paese infestato dalle arti (regia di Michele Porsia e Alessandro Melis) che si terrà giovedì 13 novembre alle ore 16.00 a Campobasso presso l’Ex Gil – Via Milano, 15. Interverrà l’Arch. Carlo Birrozzi, Soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici … Continua a leggere Presentazione del Cortometraggio “K-un paese infestato dalle arti” di Michele Porsia e Alessandro Melis a Campobasso

La grande bellezza di Facebook: i primi commenti dopo la visione televisiva del film di Sorrentino

1999, American Beauty: non narra solo cose brutte, è brutto di per sé. Vincitore di cinque premi Oscar. 2014, La Grande Bellezza: non narra solo cose brutte, è brutto di per sé. Vincitore di un Oscar. Sembra quasi che gli esseri umani, messi di fronte alla visione coatta delle proprie sordide meschinità, non sappiano perdonarsele … Continua a leggere La grande bellezza di Facebook: i primi commenti dopo la visione televisiva del film di Sorrentino

Il ritorno del Gattopardo a Palermo: la mostra (fino al 9 febbraio)

Di SALVO SANFILIPPO Per i cinefili e, più in generale, per tutti gli amanti dei film d’autore è ora possibile visitare a Palermo la mostra intitolata C’era una volta in Sicilia: i 50 anni del Gattopardo. Tale esposizione, allestita presso la Sala duca di Montalto di Palazzo dei Normanni, ripercorre la storia del romanzo di Giuseppe Tomasi di … Continua a leggere Il ritorno del Gattopardo a Palermo: la mostra (fino al 9 febbraio)