an e manas: il Soffio animatore delle Acque e il Pensiero

Di FRANCO RENDICH * La consonante n, nella prima lingua indoeuropea (1), era il simbolo dell’acqua. Con essa fu costruita la radice verbale an “che avvia [a] il soffio an-imatore delle Acque [n]”, ovvero “respirare”. Secondo gli indoeuropei l’uomo, nel respirare [an], inalava ed esalava l’energia vitale portata sulla terra dalle Acque cosmiche, considerate “madri”, … Continua a leggere an e manas: il Soffio animatore delle Acque e il Pensiero

La miniera Bachtin: Antonio Porta su “Estetica e romanzo”

Di ANTONIO PORTA * Michail Bachtin (Orel 1895-Mosca 1975) è come una miniera di vaste proporzioni. Esplorarla, scavarla, significa gettarsi alle spalle delle scorie, quanto cioè è rimasto legato a certe polemiche per noi oggi poco importanti e a certe scelte terminologiche che possono anche sembrare un poco ingenue, soprattutto quelle derivate dal tentativo di … Continua a leggere La miniera Bachtin: Antonio Porta su “Estetica e romanzo”

Erich Fromm: Istinti e passioni umane nella definizione della distruttività

Di ERICH FROMM * Poiché la violenza e la distruttività aumentano su scala nazionale e mondiale, specialisti e profani hanno rivolto la loro attenzione a una indagine teorica della natura e delle cause dell’aggressione. Questo interesse non sorprende; sorprende invece che sia così recente, soprattutto se si pensa che, già negli anni Venti, uno scienziato … Continua a leggere Erich Fromm: Istinti e passioni umane nella definizione della distruttività

“Molti son li animali a cui s’ammoglia”: Dante, Inferno, Canto I, la profezia del Veltro

Di RICCARDO ZULIANI Dante, Divina Commedia, Inferno I «Molti son li animali a cui s’ammoglia, e più saranno ancora, infin che ‘l veltro verrà, che la farà morir con doglia.» Celebre, forse anche troppo, è l’allegoria del veltro al canto primo dell’Inferno dantesco: Questi non ciberà terra né peltro, ma sapïenza, amore e virtute, e … Continua a leggere “Molti son li animali a cui s’ammoglia”: Dante, Inferno, Canto I, la profezia del Veltro

“Il misantropo dei Sargassi”: intervista ad Andrea Mella ed estratti

A cura della REDAZIONE Il Misantropo dei Sargassi è un titolo che incuriosisce, facendo subito volare la fantasia a Jules Verne, a un mondo fatto di avventura, esplorazione, fascino, coraggio ma anche di pericolo, difficoltà. Che cosa rappresenta il titolo nel caso di questa raccolta? AM: Mi fa piacere che il titolo suggerisca un viaggio … Continua a leggere “Il misantropo dei Sargassi”: intervista ad Andrea Mella ed estratti

Daniele Poletti intervista Sonia Caporossi su “La Parola Informe”

Di DANIELE POLETTI * Abbiamo intervistato Sonia Caporossi su “La parola informe”, Marco Saya Editore (2018), progetto antologico che accarezzava da qualche anno e che finalmente vede la luce, accompagnato da un consistente apparato critico. Come dice la curatrice: “L’idea di base era quella di sfatare sostanzialmente il mito della dicotomia fuorviante e illusoria tra … Continua a leggere Daniele Poletti intervista Sonia Caporossi su “La Parola Informe”

Abstracta: da Balla alla Street Art, Giornata di Studi il 9 Dicembre al Macro (Roma)

ABSTRACTA da Balla alla Street Art Giornata di studi “Abstracta, da Balla alla Street Art” a cura di Raffaella Bozzini, Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta Museo MACRO, Roma Giornata di studi “Abstracta, da Balla alla Street Art” a cura di Raffaella Bozzini, Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta La giornata di studi, che si terrà il … Continua a leggere Abstracta: da Balla alla Street Art, Giornata di Studi il 9 Dicembre al Macro (Roma)

Io angelo dannato con rose rosse* (transitando a Nettuno)

Di VITALDO CONTE * 1. Transitando a Nettuno L’amore e il desiderio sono pulsioni privilegiate di un testo che tende naturalmente a essere sconfinante. Entrambi i campi tendono però a ricordare nel tempo i luoghi che sono stati gli scenari del loro vissuto. O del già vissuto. Anche oltre la vita, poiché attraversano segreti collegamenti. … Continua a leggere Io angelo dannato con rose rosse* (transitando a Nettuno)

Daniele Baron, tre testi da “Il cantico di Hermes”, Controluna Edizioni 2018

Di DANIELE BARON * Ordito Il ragno avanza verso il centro della sua tela, il suo prodigio. Un insieme perfetto se ci si pensa, un apparato di cattura: presente e allo stesso tempo assente, linee invisibili che irretiscono d’improvviso, come un pensiero mai pensato che s’installa ingombrante nella nostra mente, diventando ossessione, luogo di caccia … Continua a leggere Daniele Baron, tre testi da “Il cantico di Hermes”, Controluna Edizioni 2018