Legami performativi. La voce del corpo

  Di VITALDO CONTE *   La scena della performance art tende a dilatare fisicamente le sue possibili espressioni, attraverso la voce del corpo con i suoi “legami”: intimi, relazionali, oscuri, sonori. Che, talvolta, esigono la loro ritualizzazione in un evento. L’alchimia dei legami esprime un’arte-vita della conoscenza. Ma anche una terapia naturale, che può … Continua a leggere Legami performativi. La voce del corpo

Aldo Busi: “Costringere i personaggi a rivelare ciò che vorrebbero nascondere per sempre: questo è il romanzo”

Di ALDO BUSI ed ENZO ANDERLONI * Se c’è una caratteristica di Aldo Busi è quella di non lasciare indifferente il suo lettore. Né il suo ascoltatore, quando il rapporto non è più mediato dal testo, ma è diretto, faccia a faccia. Anche in occasione dell’uscita del suo ultimo romanzo La Delfina Bizantina tutto si … Continua a leggere Aldo Busi: “Costringere i personaggi a rivelare ciò che vorrebbero nascondere per sempre: questo è il romanzo”

L’Haschisch di Walter Benjamin

Di GIANNI CARCHIA * In nulla, forse, il carattere irriflesso, meccanico, delle pratiche e delle definizioni correnti dell’esperienza dell’haschisch si tradisce più scopertamente che nell’ambiguità di determinazioni che ora la costituiscono a momento di ampliamento della coscienza, ora, a rovescio, ne fanno il luogo di una fuga dagli angusti confini di questa. È proprio attraverso … Continua a leggere L’Haschisch di Walter Benjamin

Il luogo delle mancate identificazioni: lettura di “Il treno”, un racconto di Flannery O’Connor

  Di VINCENZO LIGUORI Tutto è nascosto e tutto si nasconde sul treno su cui viaggia il giovane Haze Wickers: la cuccetta, la scala per raggiungerla, la carrozza ristorante e infine anche l’identità dell’inserviente nel quale egli crede di intravedere il figlio del vecchio Cash. Il treno corre verso Taulkinham, una città che egli conosce … Continua a leggere Il luogo delle mancate identificazioni: lettura di “Il treno”, un racconto di Flannery O’Connor

Anonimo Frastuono: Immaginare il Paesaggio: 24/25 Agosto a Conversano

Di ELENA MANZARI Anonimo frastuono. Immaginare il Paesaggio Interpretazioni e pratiche per un uso consapevole del territorio Il 24 e il 25 agosto a Conversano all’interno di Imaginaria, Festival Internazionale del Cinema d’Animazione d’Autore, si terrà Anonimo Frastuono. Immaginare il Paesaggio, una rassegna multimediale di due giorni che propone proiezioni, performances e discussioni sul tema … Continua a leggere Anonimo Frastuono: Immaginare il Paesaggio: 24/25 Agosto a Conversano

Giorgio Agamben, amicizia e filosofia

  Di GIORGIO AGAMBEN * L’amicizia è così strettamente legata alla definizione stessa della filosofia, che si può dire che senza di essa la filosofia non sarebbe propriamente possibile. L’intimità fra amicizia e filosofia è così profonda che questa include il philos, I’amico, nel suo stesso nome e, come spesso avviene per ogni prossimità eccessiva, … Continua a leggere Giorgio Agamben, amicizia e filosofia

Softness & Provocation – mostra personale di Corrado Veneziano a Roma

Di ANNA DE FAZIO SICILIANO L’universo visivo delle opere di Corrado Veneziano pur provenendo da un contesto “altro”, “diverso”, costituiscono una riserva di spazio e riflessione interiore. Linee rette, codici a barre, segni e marchi del mondo dell’economia e del web si riversano sulla tela che in tal modo diventa “deposito di memorie” proteggendo lo … Continua a leggere Softness & Provocation – mostra personale di Corrado Veneziano a Roma

Poesie di Alberto Pellegatta da “Ipotesi di felicità” (Mondadori 2017)

Di ALBERTO PELLEGATTA con note critiche di MAURIZIO CUCCHI, MARY B. TOLUSSO, LUCA MINOLA Dottrina dell’imperfezione We knew how to get by on what comes along J. Ashberry, The Pursuit of Happiness Quando è scattato il verde interferiva occipitale. Ringiovaniva deviando la luce dagli spazi comuni. Si portava avanti. Una vocale bastava a muovere i … Continua a leggere Poesie di Alberto Pellegatta da “Ipotesi di felicità” (Mondadori 2017)

Societas e Tim Spooner al Festival Natura Dèi Teatri di Parma

Di MICHELE PASCARELLA Mentre proseguono (fino al 6 luglio) le repliche di Iphigenia in Aulide di Lenz Fondazione all’Oratorio di San Quirino, il Festival diretto da Maria Federica Maestri e Francesco Pititto accoglie una creazione ad hoc dell’affermato artista inglese in residenza creativa a Lenz Teatro e uno spettacolo di e con Claudia Castellucci e … Continua a leggere Societas e Tim Spooner al Festival Natura Dèi Teatri di Parma