Domenico Calcaterra, Niente stoffe leggere, Meligrana – Priamo 2013

Di SONIA CAPOROSSI La peculiarità della critica militante, il quid attraverso cui è possibile fornirne una seppur vaga definizione primigenia, è quella di gettare un occhio ermeneutico più o meno penetrante all’interno della letteratura contemporanea battagliando sulle pagine delle riviste e dei giornali di contro all’opposto modello pratico della critica accademica che invece, per definizione, […]

Read More Domenico Calcaterra, Niente stoffe leggere, Meligrana – Priamo 2013

Antonio Porta, “L’intellettuale come poeta”, 1979, testo della conferenza “L’intellettuale”

Di ANTONIO PORTA * Alla parola “intellettuale” mi viene voglia di rispondere: “non sta più qui” oppure “è scomparso da tempo“. Allora, non sta più qui o è scomparso? La figura dell’intellettuale, come guida e punto di riferimento, è stata cancellata dalla superproduzione di individui di questa specie, tanto che sul mercato si è prodotto […]

Read More Antonio Porta, “L’intellettuale come poeta”, 1979, testo della conferenza “L’intellettuale”

Vincenzo Cerami, “una vita di parole”: intelligenza, lucidità e ironia sui fattacci del mondo

Di ANTONELLA PIERANGELI “La passione di scrivere la vivo tra quattro mura e si esaurisce tutta nel piacere di raccontare: senz’altro scopo che dar soddisfazione alla mia curiosità per le azioni degli uomini” Vincenzo Cerami   Ho saputo da mia madre della morte di Vincenzo Cerami. Mi ha chiamato per dirmelo cercando, forse inconsapevolmente, di […]

Read More Vincenzo Cerami, “una vita di parole”: intelligenza, lucidità e ironia sui fattacci del mondo

Capolavori silenziosi: Edvard Munch, La voce, 1893, olio su tela, Oslo, Munch-Museet

Di ANTONELLA PIERANGELI   Sembra una scena di teatro. Una giovane attrice sul palco. E’ vestita di bianco, in piedi e in primo piano. Alle spalle, un paesaggio serale illuminato dal crepuscolo. Sullo sfondo il verde dei boschi e il blu di uno specchio d’acqua. L’universo è fermo, chiuso in un segno deciso che incastona […]

Read More Capolavori silenziosi: Edvard Munch, La voce, 1893, olio su tela, Oslo, Munch-Museet

Il posto del soggetto nella logica strutturale: Jacques Lacan e la sovversione inaspettata

Di ALESSANDRO SICILIANO   Esiste, all’interno degli studi lacaniani, uno snodo teorico molto importante. Dopo aver preso le mosse dall’ambiente culturale dello strutturalismo, Lacan deve compiere un ulteriore movimento per identificare la psicoanalisi come scienza del particolare il cui oggetto di studio sia la verità del soggetto. In effetti, le premesse teoriche dello strutturalismo portano […]

Read More Il posto del soggetto nella logica strutturale: Jacques Lacan e la sovversione inaspettata