Qualcosa di scritto, Laura Betti e le macerie di una catastrofe annunciata. Una lettura a fari spenti, fra ermeneusi e ricordanze, dell’ultimo libro di Emanuele Trevi

Di ANTONELLA PIERANGELI Ho conosciuto personalmente Laura Betti, avendo lavorato a lungo, durante i miei studi, presso il Fondo Pasolini, ospitato all’epoca in Piazza Cavour, al terzo piano di un severo palazzone umbertino, incredibilmente tetro come una spelonca. Ebbene, proprio in quell’appartamento polveroso, dall’arredamento di una sobrietà stranamente rassicurante, regnava incontrastata come un Uruk-hai, Laura Betti, […]

Read More Qualcosa di scritto, Laura Betti e le macerie di una catastrofe annunciata. Una lettura a fari spenti, fra ermeneusi e ricordanze, dell’ultimo libro di Emanuele Trevi

L’ultimo mito arrivato. Una riflessione di Roberto Agostini sulla Sacra Trinità Libro – Scrittore- Lettura

Di ROBERTO AGOSTINI Bravi o non bravi, i tennisti compiono gli stessi gesti. Ora dobbiamo comprendere il gioco. Principia oratorium (Anonimo, XVIII sec.)     Qualsiasi società – perfino il binomio Robinson-Venerdì – si aiuta con la creazione di mitologie sulle quali fonda il proprio essere e lo motiva continuamente. Se le mitologie sono insistenti, […]

Read More L’ultimo mito arrivato. Una riflessione di Roberto Agostini sulla Sacra Trinità Libro – Scrittore- Lettura

Aracnofilofobia e superfluo letterario: lettera aperta a Vanni Santoni

Di SONIA CAPOROSSI Oh Santoni, tu sei, oggi, in Italia, fra gli autori di rerum vulgarium fragmenta, uno di quelli col più fresco piglio stilistico e scrittorio; giacché ne esistono altri che del definitorio termine di vulgaria non godrebbero mai, come te invece fai, di farsi pacificamente fregio; e tuttavia di nugae, come dire “sciocchezzuole” […]

Read More Aracnofilofobia e superfluo letterario: lettera aperta a Vanni Santoni

Ritrovarsi e perdersi nelle stanze della letteratura: Simone Ghelli racconta il suo nuovo libro “Voi, onesti farabutti”

Lo scrittore Simone Ghelli parla a ruota libera del suo “Voi, onesti farabutti”, romanzo che uscirà nel prossimo mese di Settembre presso Caratterimobili, delineandone la genesi e le intenzioni. “Voi, onesti farabutti” è la storia di un dialogo incompiuto fra generazioni: quella che ha fatto la Resistenza e la generazione attuale, precaria, apparentemente condannata a dover […]

Read More Ritrovarsi e perdersi nelle stanze della letteratura: Simone Ghelli racconta il suo nuovo libro “Voi, onesti farabutti”

Interpretazioni tendenziose: Todorov contro Blanchot

  Di ALESSANDRO DE CARO   Illuminismo e ideologia Nel prendere in considerazione l’opera critica di Maurice Blanchot, nel suo Critica della critica. Un romanzo di apprendistato (Einaudi 1986), Tzvetan Todorov tratteggia un ritratto al negativo dell’autore de Lo spazio letterario, seguendo una traiettoria che ci interessa non solo nello specifico – utile per chiedersi […]

Read More Interpretazioni tendenziose: Todorov contro Blanchot