Aldo Busi: “Costringere i personaggi a rivelare ciò che vorrebbero nascondere per sempre: questo è il romanzo”

Di ALDO BUSI ed ENZO ANDERLONI * Se c’è una caratteristica di Aldo Busi è quella di non lasciare indifferente il suo lettore. Né il suo ascoltatore, quando il rapporto non è più mediato dal testo, ma è diretto, faccia a faccia. Anche in occasione dell’uscita del suo ultimo romanzo La Delfina Bizantina tutto si […]

Continua a leggere "Aldo Busi: “Costringere i personaggi a rivelare ciò che vorrebbero nascondere per sempre: questo è il romanzo”"

Con chi ce l’ha Matteo Marchesini? Una replica di Lorenzo Leone

Di LORENZO LEONE Con chi ce l’ha Matteo Marchesini? Con chi ce l’ha Matteo Marchesini nel suo ultimo articolo apparso ieri su Il Foglio (con il titolo Smisurati ombelichi. Gli insulsi scrittori-mondo e i loro adepti-lettori)? Mi dicono che ce l’ha con Moresco e, se così fosse, avrebbe scelto una via piuttosto obliqua per “aggredirlo”. […]

Continua a leggere "Con chi ce l’ha Matteo Marchesini? Una replica di Lorenzo Leone"

Ritrovarsi e perdersi nelle stanze della letteratura: Simone Ghelli racconta il suo nuovo libro “Voi, onesti farabutti”

Lo scrittore Simone Ghelli parla a ruota libera del suo “Voi, onesti farabutti”, romanzo che uscirà nel prossimo mese di Settembre presso Caratterimobili, delineandone la genesi e le intenzioni. “Voi, onesti farabutti” è la storia di un dialogo incompiuto fra generazioni: quella che ha fatto la Resistenza e la generazione attuale, precaria, apparentemente condannata a dover […]

Continua a leggere "Ritrovarsi e perdersi nelle stanze della letteratura: Simone Ghelli racconta il suo nuovo libro “Voi, onesti farabutti”"

Luciano Bianciardi o il lavoro culturale dal Boom alla Crisi: conversazione tra uno scrittore precario e un critico impuro

Di SONIA CAPOROSSI e SIMONE GHELLI Sonia: Luciano Bianciardi a me è sempre sembrato un autore in qualche modo esemplare, meritevole di fregiarsi del titolo di “maestro” all’interno del panorama letterario italiano per gli scrittori della nuova generazione. In particolare, la sua opera ha espresso la reazione del giovane intellettuale di provincia di fronte al […]

Continua a leggere "Luciano Bianciardi o il lavoro culturale dal Boom alla Crisi: conversazione tra uno scrittore precario e un critico impuro"

Il panorama dal basso: critica impura del mondo editoriale da un osservatorio decisamente non privilegiato

Dello scrittore non ancora rivelato noto come LEONARDO FIASCA Il panorama, termine che la Grecia classica volgarizzava per indicare la vista del tutto, suggerirebbe ai frequentatori del luogo comune più l’ascesa che la discesa. In effetti si sale sulla torre per scoperchiare i canali dei difetti – leggasi altresì il contrario – oppure per ambire, […]

Continua a leggere "Il panorama dal basso: critica impura del mondo editoriale da un osservatorio decisamente non privilegiato"