Guido Turco, “Arno e altre figure”. Una prosa poetica inedita

Di GUIDO TURCO ARNO E ALTRE FIGURE favola son nell’improvviso   ESSERE O NON ESSERE Essere non è essere quello che si è ma quello che si vorrebbe essere. Che cosa potrà mai significare svegliarsi, radersi, vestirsi, fare colazione, lavare i denti e profumarsi, indossare giacca e berretto, fare tutto questo per servire un’immagine di […]

Continua a leggere "Guido Turco, “Arno e altre figure”. Una prosa poetica inedita"

Guido Turco: Il Rifiuto, una riflessione filosofica

Di GUIDO TURCO Il Rifiuto parte 1 Il mondo è il Mondo-Dell’Evidenza. Il mondo dell’evidenza è circondato dal Mondo-Che-Non-C’è. Il Mondo-Che-Non-C’è accerchia il Mondo-Dell’Evidenza, si insinua, rendendo il Mondo-Dell’Evidenza mai uguale a sé stesso. Il Mondo-Dell’Evidenza esiste ma, strictu sensu, non è. parte 2 Quando nel III secolo il filosofo Plotino esortava “abbandona tutto” (afele […]

Continua a leggere "Guido Turco: Il Rifiuto, una riflessione filosofica"

L’analogismo celeste di Guido Turco come modus e maniera della realtà poietica

  Di SONIA CAPOROSSI * Guido Turco è spesso solito descrivere ossessioni e suggestioni del proprio lavoro poetico nei termini di una politropia che certo egli si riconosce come qualità ma che tuttavia, forse per vezzo, forse per schermirsi, dichiara di non preferire a un’attitudine maggiormente specializzata e concentrata che non sa ritrovare in se […]

Continua a leggere "L’analogismo celeste di Guido Turco come modus e maniera della realtà poietica"

“Dei poeti e della poesia”, un estratto da “Con la pupilla di Sirio”, scritti critici di Guido Turco

Di GUIDO TURCO Dei poeti e della poesia come cose terrene I. Leggendo di poesia e dei suoi aspetti tecnici e formali ci si imbatte in riflessioni sul cosiddetto “compito del poeta”. Una sciocchezza sesquipedale quella che dice di questo compito, che presuppone e impone che ci sia, retaggio ideologico di una concezione castale della […]

Continua a leggere "“Dei poeti e della poesia”, un estratto da “Con la pupilla di Sirio”, scritti critici di Guido Turco"