an e manas: il Soffio animatore delle Acque e il Pensiero

Di FRANCO RENDICH * La consonante n, nella prima lingua indoeuropea (1), era il simbolo dell’acqua. Con essa fu costruita la radice verbale an “che avvia [a] il soffio an-imatore delle Acque [n]”, ovvero “respirare”. Secondo gli indoeuropei l’uomo, nel respirare [an], inalava ed esalava l’energia vitale portata sulla terra dalle Acque cosmiche, considerate “madri”, […]

Continua a leggere "an e manas: il Soffio animatore delle Acque e il Pensiero"

Abstracta: da Balla alla Street Art, Giornata di Studi il 9 Dicembre al Macro (Roma)

ABSTRACTA da Balla alla Street Art Giornata di studi “Abstracta, da Balla alla Street Art” a cura di Raffaella Bozzini, Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta Museo MACRO, Roma Giornata di studi “Abstracta, da Balla alla Street Art” a cura di Raffaella Bozzini, Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta La giornata di studi, che si terrà il […]

Continua a leggere "Abstracta: da Balla alla Street Art, Giornata di Studi il 9 Dicembre al Macro (Roma)"

Usando Testa: un saggio di Vladimir D’Amora sulla poesia di Italo Testa

Di VLADIMIR D’AMORA Essendo che: la scrittura della poesia di Italo Testa è semplice: piegata-una-volta; ed essendo che: la scrittura della poesia di Italo Testa è una esperienza pericolosa: por-perior: ché esige conoscenza immediata diretta (peritia): esperta del periculum: in un incontro con certe resistenze: porta-porto: con la durezza di soglia di mediazione: experientia teste… […]

Continua a leggere "Usando Testa: un saggio di Vladimir D’Amora sulla poesia di Italo Testa"

Judith Butler: critica, coercizione e vita sacra in “Per la critica della violenza” di Benjamin

Di JUDITH BUTLER   Vorrei affrontare la questione della violenza (1), o più precisamente, la questione di quella che potrebbe essere una critica della violenza. Che significato assume il termine critica quando diventa una critica della violenza? Una critica della violenza è un’indagine sulle condizioni della violenza, ma è anche un’interrogazione su come la violenza […]

Continua a leggere "Judith Butler: critica, coercizione e vita sacra in “Per la critica della violenza” di Benjamin"

Giovanni Gentile, L’insegnamento della filosofia nei Licei

Di GIOVANNI GENTILE * Dato tale inscindibile rapporto, come di forma e contenuto, tra spirito e lingua, è evidente che la questione dello studio delle lingue deve rifarsi da un criterio storico. Ecco qui: prima di tutto, voi volete insegnare, in Italia, la lingua italiana; e insegnare questa lingua, — già questo si ammette generalmente, — significa formare lo […]

Continua a leggere "Giovanni Gentile, L’insegnamento della filosofia nei Licei"

Ludwig Wittgenstein: della Certezza, della Verità e del Senso nel problema del fondamento

Di SONIA CAPOROSSI   Con questi brevi appunti intendiamo, se possibile, aprire una possibilità di riflessione sul difficile tema del fondamento della verità, della certezza e del senso, a partire dalla seguente proposizione di Ludwig Wittgenstein contenuta in Della Certezza: «Se il vero è ciò che è fondato, allora il fondamento non è né vero […]

Continua a leggere "Ludwig Wittgenstein: della Certezza, della Verità e del Senso nel problema del fondamento"

Che cosa significa pensarti? Una prosa filosofica di Vladimir D’Amora

Di VLADIMIR D’AMORA Che cosa significa pensarti? Una radicatissima e tradíta tradizione, la nostra, riferisce ancora che la mente, quest’astrazione tutta attaccata al corpo suo, e nostro, sarebbe da figurare, riportare all’immagine… E immagine è la tavoletta di cera, anzi, il suo strato di cera: il rasulum di quella tabula, in cui nulla è mai […]

Continua a leggere "Che cosa significa pensarti? Una prosa filosofica di Vladimir D’Amora"