Giovanni Agnoloni, “L’ultimo angolo di mondo finito” (Galaad Edizioni): presentazione a Roma il 23 marzo

  Il nuovo romanzo di Giovanni Agnoloni “L’ultimo angolo di mondo finito” (Galaad Edizioni) verrà presentato in anteprima nazionale il 23 marzo 2017 alle ore 18:00 a Roma, presso la libreria L’Orto dei Libri (Via dei Lincei 31, Roma). Saranno presenti l’Autore, scrittore connettivista; Sandro Battisti, scrittore e teorico del Connettivismo; Sonia Caporossi, scrittrice e critica […]

Read More Giovanni Agnoloni, “L’ultimo angolo di mondo finito” (Galaad Edizioni): presentazione a Roma il 23 marzo

Il futuro è l’inizio: un viaggio nella letteratura distonirica di Federico De Caroli

Di ROBERTO FRANCO  Affermato musicista, per quanto di culto, noto con lo pseudonimo di Deca, il poliedrico artista savonese Federico De Caroli ha sviluppato a partire dagli anni Ottanta una vena letteraria originale e inquietante che è rimasta un po’ in sordina rispetto alla sua produzione musicale; almeno fino alla pubblicazione dell’ultimo monumentale romanzo Il […]

Read More Il futuro è l’inizio: un viaggio nella letteratura distonirica di Federico De Caroli

“Stazione Kelvin” di Lorenzo Lasagna (Epika Edizioni 2015): la nota di lettura di Giacomo Conserva

Pubblichiamo per gentile concessione degli Autori la postfazione di Giacomo Conserva al romanzo di fantascienza “Stazione Kelvin” di Lorenzo Lasagna, Epika Edizioni 2015. In questa  nota di lettura si propongono alcune suggestioni filosofiche e metaletterarie che emergono dal doppio fondo semantico dell’opera attraverso un fitto gioco di collegamenti iperestensibili.  Buona lettura. Alcune morti a Kelvin Station Di […]

Read More “Stazione Kelvin” di Lorenzo Lasagna (Epika Edizioni 2015): la nota di lettura di Giacomo Conserva

Sonia Caporossi intervista Giovanni Agnoloni: il Connettivismo e Oltre

Con GIOVANNI AGNOLONI e SONIA CAPOROSSI La critica letteraria Sonia Caporossi intervista lo scrittore Giovanni Agnoloni per Critica Impura. Tema portante dell’intervista è il movimento letterario connettivista, con riferimento al suo Manifesto (http://www.next-station.org/nxt-ex-1….) e, specificamente, al tema dell’Oltre. Al suo interno vengono analizzati i motivi ispiratori della poetica del Connettivismo e le più recenti pubblicazioni […]

Read More Sonia Caporossi intervista Giovanni Agnoloni: il Connettivismo e Oltre

Intervista tripla insieme all’editor di Future Fiction, Francesco Verso e a due autori della collana, Clelia Farris e Giovanni De Matteo

 Di PIERLUCA D’ANTUONO Intervista tripla insieme all’editor di Future Fiction, Francesco Verso e a due autori della collana, Clelia Farris e Giovanni De Matteo  Cos’è il progetto Future Fiction? Ho preso il termine Future Fiction da una definizione data dallo stesso Anthony Burgess ai suoi romanzi “Arancia Meccanica” e “Il seme inquieto”. Trovo che questa definizione […]

Read More Intervista tripla insieme all’editor di Future Fiction, Francesco Verso e a due autori della collana, Clelia Farris e Giovanni De Matteo

Il Connettivismo e il tuffo nel Profondo, di Giovanni Agnoloni

Di GIOVANNI AGNOLONI Il movimento connettivista (si vedano Il Connettivismo come sensibilità sottile e archetipica del sé: un’intervista impura con Giovanni Agnoloni su Critica Impura e I connettivisti: l’avanguardia italiana su Rai News Poesia) ha nel tema del Profondo e delle sue viscerali implicazioni una delle sue colonne portanti. Proprio esplorando questi sentieri è possibili rendersi conto di come […]

Read More Il Connettivismo e il tuffo nel Profondo, di Giovanni Agnoloni

Estratti dal romanzo “Sentieri di notte” (Galaad Edizioni) di Giovanni Agnoloni

Di GIOVANNI AGNOLONI  Pagg. 11-12 (sponde del Lago di Lucerna) (INCIPIT) (INEDITO IN RETE) Qui l’androide Luther ha appena preso coscienza di esistere:  “Sopra di lui c’erano buio e stelle. Era stato nascosto nella notte e nel silenzio, e aveva percepito suoni cui non sapeva dare un nome. Lungo era stato il suo sonno, forse […]

Read More Estratti dal romanzo “Sentieri di notte” (Galaad Edizioni) di Giovanni Agnoloni

Frammenti di Connettivismo (Battisti, De Matteo, Milani, Verso, Furlani, Gazzola, Mastrapasqua, Tonelli, Fazzari, Agnoloni)

A cura di GIOVANNI AGNOLONI Incipit de Il percorso quantistico di Sandro “Zoon” Battisti, da A.F.O. – Avanguardie Futuro Oscuro (EDS 2009, Kipple Officina Libraria, 2010) “La sensazione di urlo proveniva da una piega spazio-temporale non usuale, lievemente spostata dall’asse delle percezioni standard di un quantitativo di gradi sessagesimali non congruenti e non quantificabili. Lui […]

Read More Frammenti di Connettivismo (Battisti, De Matteo, Milani, Verso, Furlani, Gazzola, Mastrapasqua, Tonelli, Fazzari, Agnoloni)

La nuova fantascienza italiana e il futuro come vocazione: breve introduzione al Connettivismo

di SANDRO BATTISTI e GIOVANNI DE MATTEO con un disegno digitale di SONIA CAPOROSSI (Neurofrantic, 2012) Connettivismo: la nuova fantascienza italiana Il Connettivismo è un movimento artistico di avanguardia nato in seno alla fantascienza italiana con l’intento di far tesoro delle avanguardie del secolo passato e acuire la sensibilità verso il postumanismo e le tecnologie […]

Read More La nuova fantascienza italiana e il futuro come vocazione: breve introduzione al Connettivismo

Il connettivismo come “sensibilità sottile” e archetipica del Sé. Un’intervista impura con Giovanni Agnoloni

Di SONIA CAPOROSSI Siamo i Custodi della Percezione, Guardiani degli Angeli Caduti in Fiamme dal Cielo, Lupi Siderali. Un gruppo di liberi sognatori indipendenti. Viviamo nel cyberspazio, siamo dappertutto. Non conosciamo frontiere. Questo è il nostro manifesto. (Dal Manifesto del Connettivismo) Sonia: Una sorta di panteismo postorganico, o panorganesimo posteistico, che fonde la percezione animale […]

Read More Il connettivismo come “sensibilità sottile” e archetipica del Sé. Un’intervista impura con Giovanni Agnoloni

Distopia e apocalisse del sé: “Scorrete Lacrime, disse il poliziotto” di Philip K. Dick

Di ELISA EMILIANI Prendendo in considerazione semioticamente un testo come Scorrete lacrime, disse il poliziotto di Philip K. Dick, risulta impossibile non imbattersi in alcuni grandi nodi problematici e affrontarli in senso critico. Nel suo compito d’analisi, l’indagine semiotica s’intreccia alla filosofia costituendo una sintesi di discipline che risulta essere un efficace meccanismo di esame, ma anche fornendo le basi […]

Read More Distopia e apocalisse del sé: “Scorrete Lacrime, disse il poliziotto” di Philip K. Dick