In evidenza

BOLOGNA IN LETTERE 2018 – DISLIVELLI – IL PROGRAMMA COMPLETO

BOLOGNA IN LETTERE un festival lungo un anno VI edizione Dislivelli 4/5/11/12/18/19 maggio 2018 i protagonisti i luoghi il programma VENERDÌ 4 MAGGIO FACTORYBO Via Castiglione 26 ore 20.00 ARTAUD DAY Presentazione del volume monografico Artaud Il supplizio della lingua di Enzo Campi (Marco Saya Edizioni) Incontro con Carlo Pasi, Pasquale Di Palmo, Enzo Campi […]

Read More BOLOGNA IN LETTERE 2018 – DISLIVELLI – IL PROGRAMMA COMPLETO
In evidenza

Habillé d’eau e Romeo Castellucci al Teatro Diego Fabbri

A cura della REDAZIONE La ricca Stagione di Teatro Contemporaneo riparte con Euforia, nuovo spettacolo del rigoroso ensemble romano, a cui seguirà un dialogo con il celebrato regista cesenate. Il giorno dopo laboratorio gratuito con Silvia Rampelli, fondatrice di Habillé d’eau. «Oggetto di indagine è il corpo, superficie interrogante e limite, materia involontaria e insondabile […]

Read More Habillé d’eau e Romeo Castellucci al Teatro Diego Fabbri
In evidenza

Il corpo e la menzogna: su Paesaggio con ossa di Lella De Marchi

  Di MARILINA CIACO   Paesaggio con ossa di Lella De Marchi[1] si apre con la narrazione di «un fatto impensato e piuttosto perturbante», legato a una circostanza biografica temporalmente e spazialmente definita: l’incontro dell’autrice con Malina, una giovane tossicodipendente che vive in una roulotte e che ha subìto di recente uno stupro. Il corpo […]

Read More Il corpo e la menzogna: su Paesaggio con ossa di Lella De Marchi

Il corpo ferito come rigenerazione e arte

Di VITALDO CONTE*   La dimensione sciamanica è presente nelle ultime espressioni d’arte del corpo estremo, vissute come un teatro di Live Art. Questo vuole evocare pratiche di colloquio con il mondo “altro” per trovare espressioni nella realtà. La stessa nudità, esibita negli eventi senza riserve, aspira a divenire uno stato rituale, in quanto questo esporsi […]

Read More Il corpo ferito come rigenerazione e arte

In tagli ripidi: il corpo come estensione categoriale del possesso desiderante della realtà

Di SONIA CAPOROSSI   Nella nuova raccolta poetica di Alessandro Brusa In tagli ripidi (Giulio Perrone Editore 2017), attraverso l’illuminante sottotitolo (nel corpo che abitiamo in punta), diviene centrale il tema del corpo come estensione materica e grumo raddensato della parola poetica. Si tratta di una sorta di emersione umorale di ciò che, nella sensualità […]

Read More In tagli ripidi: il corpo come estensione categoriale del possesso desiderante della realtà

Alessandro Brusa, “In tagli ripidi” (Perrone Editore): presentazione romana con Sonia Caporossi

A cura della REDAZIONE Nella sua ultima raccolta di poesie, dal titolo In tagli ripidi (nel corpo che abitiamo in punta), Alessando Brusa mostra il suo panorama esistenziale forse partendo dalla lezione di Whitman secondo il quale «ogni atomo che mi appartiene è come se rappresentasse anche te.» Se così non fosse, credo comunque che Brusa […]

Read More Alessandro Brusa, “In tagli ripidi” (Perrone Editore): presentazione romana con Sonia Caporossi