Walter Benjamin e l’hashish come esperienza della bellezza

Di VLADIMIR D’AMORA … a marsiglia walter benjamin mangiava, e mangiò, hascisc… lo mangiavano un tempo, l’hascisc, l’hascisc a marsiglia, come i dolcetti a amsterdam… ma walter lo assumeva anche come un introibo, un accesso a esperienze di alterazione psico-sensoriale… alterazioni allucinazioni: estasi, ossia, alla lettera, uscite-da-sé… esperienze eccezionali: straordinarie: fuori dal comune: oltre la […]

Read More Walter Benjamin e l’hashish come esperienza della bellezza

Utero in affitto, diritto e desiderio: una posizione filosofica di Sonia Caporossi

Di SONIA CAPOROSSI * Studiare dal punto di vista filosofico la vexata quaestio dell’utero in affitto pone inevitabilmente di fronte a un’angusta scoperta molto simile a quella dell’acqua calda, ovvero che la questione è mal posta, in quanto si fonda su un presunto diritto ad avere figli di origine naturale che non esiste da nessuna parte. […]

Read More Utero in affitto, diritto e desiderio: una posizione filosofica di Sonia Caporossi

Democrazia degli incivili, degli indecenti Bagaglini, delle indecenti Isole dei famosi. Una difesa filosofica del diritto al trash

Di EZIO SAIA Spiegatemi come sia possibile che a centinaia di migliaia di italiani, forse milioni, che guardavano L’isola dei famosi *, che la seguivano, che se lo godevano senza rompere le palle a nessuno e in particolare a nessuna Tarantola, a nessuna generalessa Tarantola, a nessuna super Tarantola, proveniente da quel vero e proprio […]

Read More Democrazia degli incivili, degli indecenti Bagaglini, delle indecenti Isole dei famosi. Una difesa filosofica del diritto al trash

Padre Padrone Padreterno. Una riflessione sul dibattito odierno intorno ai Gender Studies

Di PATRIZIA SERGIO  Fammi essere forte, forte di sonno e di intelligenza e forte di ossa e fibra; fammi imparare, attraverso questa disperazione, a distribuirmi: a sapere dove e a chi dare: a riempire i brevi momenti e le chiacchiere casuali di quell’infuso speciale di devozione e amore che sono le nostre epifanie. A non […]

Read More Padre Padrone Padreterno. Una riflessione sul dibattito odierno intorno ai Gender Studies

Romanzo e antiromanzo nell’Italia del secondo Ottocento: “Memorie del Presbiterio” di Emilio Praga

Di MATTIA NESTO Per poter davvero essere contemporanei, affermava Friedrich Nietzsche, non bisogna essere aderenti in maniera chirurgica al proprio tempo (somma silloge di mode, usi, costumi e tendenze socio-culturali) ma si deve essere un poco sconnessi. Quel “grado di separazione”, in avanti o all’indietro, sarà la vera cifra della propria certificata contemporaneità. L’operazione è […]

Read More Romanzo e antiromanzo nell’Italia del secondo Ottocento: “Memorie del Presbiterio” di Emilio Praga

Ritornare a Bartleby. Intervista inedita a Diego Fusaro

Di IDOLO HOXHVOGLI Diego Fusaro è nato nel 1983 a Torino. Ha studiato filosofia nella sua città natale, a Bielefeld e Milano, dove insegna all’Università Vita-Salute San Raffaele. Ha tradotto Marx, Engels, Democrito e Fichte. Le sue prime ricerche si sono concentrate sulla relazione tra il materialismo storico e l’atomismo greco, sugli interpreti di Karl Marx […]

Read More Ritornare a Bartleby. Intervista inedita a Diego Fusaro

Attualità e inattualità del pensiero di Marx: la scienza dialettica alle prese con il XXI secolo/2

Di CLAUDIO VALERIO VETTRAINO Abbiamo dunque descritto un Marx scienziato ma di una scienza particolare: la scienza dialettica. Semplificando, possiamo asserire che in Marx operano contemporaneamente due forze. Una metodologica, facente capo all’epistemologia galileiana, esemplificata dal circolo concreto-astratto-concreto di Della Volpe;  l’altra invece riferita all’essenza rivoluzionaria e destrutturante della dialettica hegeliana. La sua forza, testimoniata […]

Read More Attualità e inattualità del pensiero di Marx: la scienza dialettica alle prese con il XXI secolo/2

Attualità e inattualità del pensiero di Marx: totalità, scienza e dialettica/1

Di CLAUDIO VALERIO VETTRAINO E’ arduo analizzare ciò che “di vivo o di morto” c’è nell’opera di Marx. Un’opera complessa e monumentale che ha attraversato i secoli e le generazioni, rappresentando per il movimento operaio internazionale la bussola organizzativa e strategica. Un filo rosso che dura ancora oggi e che fa da movente a tentativi […]

Read More Attualità e inattualità del pensiero di Marx: totalità, scienza e dialettica/1

Vincenzo Cerami, “una vita di parole”: intelligenza, lucidità e ironia sui fattacci del mondo

Di ANTONELLA PIERANGELI “La passione di scrivere la vivo tra quattro mura e si esaurisce tutta nel piacere di raccontare: senz’altro scopo che dar soddisfazione alla mia curiosità per le azioni degli uomini” Vincenzo Cerami   Ho saputo da mia madre della morte di Vincenzo Cerami. Mi ha chiamato per dirmelo cercando, forse inconsapevolmente, di […]

Read More Vincenzo Cerami, “una vita di parole”: intelligenza, lucidità e ironia sui fattacci del mondo

Verità, scienza e potere: incursioni filosofiche fra vecchi e nuovi paradigmi nello stato d’emergenza del terzo millennio. Pars construens

Di LENI REMEDIOS [continua dalla pars destruens: https://criticaimpura.wordpress.com/2013/05/01/verita-scienza-e-potere-incursioni-filosofiche-fra-vecchi-e-nuovi-paradigmi-nello-stato-demergenza-del-terzo-millennio-pars-destruens/%5D PARS CONSTRUENS: Il Tutto e le parti ovvero come superare le contraddizioni del nostro tempo attraverso un modo nuovo e antico di pensare ed agire? Vero è che la filosofia, sin dai suoi albori, è sempre stata caratterizzata da una forte tendenza “olistica”, che mirava a fare […]

Read More Verità, scienza e potere: incursioni filosofiche fra vecchi e nuovi paradigmi nello stato d’emergenza del terzo millennio. Pars construens

Non ha più senso dire borghesia. Analisi di due esempi di costruttivismo linguistico: l’uso del termine “borghese” e il caso Pussy Riot

Di SONIA CAPOROSSI   Vorrei esporre, in questo contesto, un’ulteriore riflessione sul linguaggio e sull’uso malsano che delle etichette concettuali si perpetra oggi, a mo’ di esemplificazione delle teorie precedentemente esposte nei miei articoli pubblicati su Critica Impura e su Fallacie Logiche circa i rischi filosofici e sociali del costruttivismo linguistico se applicato a campi […]

Read More Non ha più senso dire borghesia. Analisi di due esempi di costruttivismo linguistico: l’uso del termine “borghese” e il caso Pussy Riot

Leggere Pasolini nel silenzio e nell’assenza: questo non è un coccodrillo

Ci risiamo. Ogni anno il due novembre c’è l’usanza… No, non è  A’ livella, celeberrima cantata funebre del principe De Curtis, no. E’ una giaculatoria triste, monocorde nella sua polifonia, che si ripete ormai da trentasette anni a questa parte. Il due novembre, infatti, è un anniversario straziante: Pier Paolo Pasolini muore atrocemente su una […]

Read More Leggere Pasolini nel silenzio e nell’assenza: questo non è un coccodrillo

A che punto è la notte? Marx come bussola nel caos capitalistico

Di CLAUDIO VALERIO VETTRAINO Il problema drammatico del marxismo degli ultimi trent’anni riguarda il fatto che il marxismo è stato sempre più considerato come un semplice punto di vista, un’ideale, o peggio un’idea, una Welthanschauung soggettiva, un’etica sociale personale avulsa dalla storia e delle necessità della trasformazione pratica, un’opinione tra le altre mille che affollano, […]

Read More A che punto è la notte? Marx come bussola nel caos capitalistico

Pubblicato l’e-book “Pasolini, visioni e profezie” a cura di Antonella Pierangeli

Critica Impura informa i lettori che è disponibile su Apple iBookstore e su Amazon.it “Pasolini. Visioni e profezie”, il dossier storiografico e critico  a cura di Antonella Pierangeli nato dalla collaborazione tra Critica Impura e Storia & Storici. Il libro, di 83 pagine, contiene materiale audio e video e saggi di Pierangeli, Vettraino, Moro, Pesce. Antonella […]

Read More Pubblicato l’e-book “Pasolini, visioni e profezie” a cura di Antonella Pierangeli

Qualcosa di scritto, Laura Betti e le macerie di una catastrofe annunciata. Una lettura a fari spenti, fra ermeneusi e ricordanze, dell’ultimo libro di Emanuele Trevi

Di ANTONELLA PIERANGELI Ho conosciuto personalmente Laura Betti, avendo lavorato a lungo, durante i miei studi, presso il Fondo Pasolini, ospitato all’epoca in Piazza Cavour, al terzo piano di un severo palazzone umbertino, incredibilmente tetro come una spelonca. Ebbene, proprio in quell’appartamento polveroso, dall’arredamento di una sobrietà stranamente rassicurante, regnava incontrastata come un Uruk-hai, Laura Betti, […]

Read More Qualcosa di scritto, Laura Betti e le macerie di una catastrofe annunciata. Una lettura a fari spenti, fra ermeneusi e ricordanze, dell’ultimo libro di Emanuele Trevi

L’ultimo mito arrivato. Una riflessione di Roberto Agostini sulla Sacra Trinità Libro – Scrittore- Lettura

Di ROBERTO AGOSTINI Bravi o non bravi, i tennisti compiono gli stessi gesti. Ora dobbiamo comprendere il gioco. Principia oratorium (Anonimo, XVIII sec.)     Qualsiasi società – perfino il binomio Robinson-Venerdì – si aiuta con la creazione di mitologie sulle quali fonda il proprio essere e lo motiva continuamente. Se le mitologie sono insistenti, […]

Read More L’ultimo mito arrivato. Una riflessione di Roberto Agostini sulla Sacra Trinità Libro – Scrittore- Lettura

Il paese delle meraviglie: esposizione metaforico-teoretica di un vuoto imperante (Quarta Parte)

di JACOPO BONATO (con una foto di ANDREA SILVA) Alice si allontana in punta di piedi. Attraversa altri boschetti surreali ed infine seguendo un scia di fumo intravista da lontano incontra il Brucaliffo. Questo le sembra il personaggio più saggio, per quanto anche egli abbia le sue assurdità. Alice si rende conto che parte dei […]

Read More Il paese delle meraviglie: esposizione metaforico-teoretica di un vuoto imperante (Quarta Parte)

Il paese delle meraviglie: esposizione metaforico-teoretica di un vuoto imperante (Terza Parte)

di JACOPO BONATO (con una foto di ANDREA SILVA) E cosa sarebbe poi questa stupida canzoncina: “un buon non compleanno”? Un compleanno all’anno non è abbastanza? Evidentemente no: nel paese delle meraviglie è poco. É un vuoto. Allora esageriamo! Festeggiamo tutti i restanti giorni dell’anno! Perché è meglio festeggiare sempre, piuttosto che una sola volta! […]

Read More Il paese delle meraviglie: esposizione metaforico-teoretica di un vuoto imperante (Terza Parte)

Pasolini – Gramsci: crisi e declino dell’intellettuale organico

di CLAUDIO VALERIO VETTRAINO In quasi dieci anni, da Uccellacci e Uccellini del 1966 a Salò del 1975, si consuma la parabola umana, artistica ed intellettuale di Pier Paolo Pasolini. Uccellacci e Uccellini rappresenta a tutti gli effetti il tentativo di una riflessione pasoliniana non solo dell’esaurirsi oggettivo di un mondo politico e sociale (o viceversa […]

Read More Pasolini – Gramsci: crisi e declino dell’intellettuale organico

I fratelli Grimm e la tradizione fiabesca come Volksgeist

Di MAURA MASCHIETTI   Jacob e Wilhelm Grimm Jacob e Wilhelm Grimm, inseparabili sin dall’infanzia, studiarono, scrissero e vissero insieme per tutta la loro vita. Anche se ebbero interessi e temperamenti diversi, più austero Jacob (1785-1863), più solare e gaio Wilhelm (1786-1859) sentirono la stessa missione: “[…] elevare il mondo germanico a un organismo poetico-politico […]

Read More I fratelli Grimm e la tradizione fiabesca come Volksgeist

Spoliticizzazione e messianesimo politico: ripensare Marx in tempi di crisi

di CLAUDIO VALERIO VETTRAINO Ciò che questa crisi economico-finanziaria ci ha dimostrato, oltre ai limiti strutturali della società capitalistica nel suo complesso, è l’incapacità muta ed imbarazzante della politica nel gestire e governare questi processi. La “sconfitta” della politica risulta evidente nella chiamata disperata dei tecnici nella speranza di risanare e riordinare ciò che le […]

Read More Spoliticizzazione e messianesimo politico: ripensare Marx in tempi di crisi

L’eresia e la visione: Pasolini l’impuro in un Paese orribilmente sporco.

di ANTONELLA PIERANGELI “La libertà si manifesta nell’azione del capire” Pier Paolo Pasolini Nel corso degli anni che ci separano dalla sua morte, Pier Paolo Pasolini è stato fatto oggetto di espliciti, ripetuti, quanto indebiti tentativi di appropriazione politica. Destra e Sinistra si sono contese orribilmente il suo pensiero (a volte solo brandelli di esso) […]

Read More L’eresia e la visione: Pasolini l’impuro in un Paese orribilmente sporco.