Altri teatri: Artaud, Jodorowsky e Cyberpunk

Tra i corridoi sempre più labirintici degli atenei può anche capitare di imbattersi in una targa che recita: “Letteratura teatrale”. Sicuramente una formula di comodo per differenziare e classificare le materie, ma verrebbe voglia di chiedere al titolare di cattedra il significato della definizione – dal momento che la letteratura non è teatro e il … Continua a leggere Altri teatri: Artaud, Jodorowsky e Cyberpunk

Evola in Dada 1920: Parola sconfinante fra nichilismo, alchimia, orgasmo interiore (cent’anni fa)

Testo e narrazione di VITALDO CONTE [1] Chi possiede un solo mezzo espressivo, non è artista…. J. Evola Da Arte Astratta a La Parole Obscure… Julius Evola comunica a Tzara, nei primi giorni del 1920, di aderire al Dada. La sua parola sconfinante, in questo movimento, è da intendere in una estensione totale. Non è restringibile … Continua a leggere Evola in Dada 1920: Parola sconfinante fra nichilismo, alchimia, orgasmo interiore (cent’anni fa)

Rumore: Pulsione tra Poesia Suono Arte (Storie)

Di VITALDO CONTE * La vita antica, come scrive Luigi Russolo nel suo manifesto futurista su L’Arte dei rumori (1913), «fu tutta silenzio. Nel diciannovesimo secolo, coll’invenzione delle macchine, nacque il Rumore». Ma, oltre ai rumori delle macchine e di folle vocianti, troviamo anche le possibilità offerte dagli innumerevoli rumori della natura e della vita. … Continua a leggere Rumore: Pulsione tra Poesia Suono Arte (Storie)

’70 x 100 – Il 1970 in musica raccontato attraverso 100 album: il libro

A cura della REDAZIONE ’70 x 100 è il primo volume di una nuova collana editoriale (Musiche & Miti) che vuole raccontare gli anni storici della musica, senza confini di genere: nella scaletta dedicata al 1970 si trovano  infatti hard rock e progressive fianco a fianco con canzone d’autore, jazz rock, pop, avanguardia e black, … Continua a leggere ’70 x 100 – Il 1970 in musica raccontato attraverso 100 album: il libro

L’arte riunisce le distanze: l’iniziativa di Mario Vespasiani in tempi di quarantena

A cura della REDAZIONE PER ASPERA AD ASTRA La visione quotidiana del nostro universo Per aspera ad astra (attraverso le asperità sino alle stelle) è una esortazione a non abbattersi di fronte agli ostacoli e alle difficoltà, un motto latino che l’artista Mario Vespasiani ha voluto prendere come spunto per avviare evento unico, di condivisione … Continua a leggere L’arte riunisce le distanze: l’iniziativa di Mario Vespasiani in tempi di quarantena

Gli spazi mobili della poesia #1: Alessandro Mantovani, “Carta d’identità”

Avviamo oggi, e in seguito di martedì con cadenza settimanale, la ripubblicazione integrale degli interventi critici successivi al primo convegno indetto dal gruppo di lavoro dei Mitilanti a La Spezia nel febbraio 2017 intitolato Gli spazi mobili della poesia. Gli interventi sono occorsi a puntate su Midnight Magazine, esperienza redazionale collettiva che non esiste più; … Continua a leggere Gli spazi mobili della poesia #1: Alessandro Mantovani, “Carta d’identità”

“resto del paso”: una prosa sperimentale di Vladimir D’Amora, fra testualità e critica, a partire da Pasolini

Di VLADIMIR D’AMORA * resto del paso Di solito, per lo più, non essere propensi indulgenti a certa letteratura critica. Un tempo serviva a sapere insieme cosa pensare e cosa non pensare circa dati e temi e motivi. Poi cambiare. Quindi capire di doversi tematizzare: dirsi nel dirne. Ma pure questo però, non basti. Trovarsi … Continua a leggere “resto del paso”: una prosa sperimentale di Vladimir D’Amora, fra testualità e critica, a partire da Pasolini

Daniele Barbieri, Percorsi Passionali. VIII: della tecnica

Di DANIELE BARBIERI * VIII: della Tecnica Infine, la tecnica. Disprezzare la tecnica e minimizzare la sua importanza nelle produzioni estetiche va di pari passo col pensare che solo il genio abbia valore. Viceversa, l’esaltazione della tecnica è una tipica posizione demagogica volta a farci credere che tutti possiamo essere artisti a basso prezzo. Quello … Continua a leggere Daniele Barbieri, Percorsi Passionali. VIII: della tecnica

Daniele Barbieri, Percorsi Passionali. V: complicazione

  Di DANIELE BARBIERI * V: complicazione Sembra quindi che la complessità sia un altro requisito dell’opera d’arte. L’opera d’arte è complessa, nel senso specifico della parola, ovvero non è mai riconducibile a uno schema definito, e continua a restare cognitivamente ed emotivamente produttiva anche alla millesima fruizione. Complessa non significa complicata. Complessità e complicazione … Continua a leggere Daniele Barbieri, Percorsi Passionali. V: complicazione

Enzo Campi: La coscienza e il desiderio. Ulisse e l’idea del viaggio Uno sguardo su “Hypnerotomachia Ulixis” di Sonia Caporossi

Di ENZO CAMPI *   Hypnerotomachia Ulixis è un testo che pretende, anche e soprattutto, una lettura ad alta voce. E non solo, non basta una semplice dizione, il testo pretende un diktat a scansione veloce, quasi ribattuto in crescendo ad ogni passaggio, come per sottolineare l’idea di un accumulo progressivo di elementi a partire dal … Continua a leggere Enzo Campi: La coscienza e il desiderio. Ulisse e l’idea del viaggio Uno sguardo su “Hypnerotomachia Ulixis” di Sonia Caporossi

Corpo-lettera: arte di estremo desiderio. A Giovanna Sicari e alle scrittrici segrete

Di VITALDO CONTE 1. L’eros estremo può essere espresso con le immagini di un corpo-lettera di desiderio, volendo narrare un’arte dell’esistenza che diviene SottoMissione d’Amore (mio libro del 2007). Le corpo-lettere sono diventate nel mio lavoro Possessione (1982) attraverso il contatto epidermico di parti del corpo femminile con la propria lettera d’amore. Questa è “siglata” … Continua a leggere Corpo-lettera: arte di estremo desiderio. A Giovanna Sicari e alle scrittrici segrete

I presagi di Artaud: alterità del corpo e mutazione, tra scena e virtualità

Di CARLO INFANTE * Artaud presagì quanto sarebbe diventato complesso, se non impossibile, esprimere un’emozione vitale in un mondo sempre più mediato, sempre più inautentico. Allora, negli anni Trenta, la sua insofferenza veniva gridata contro le sovrastrutture della Letteratura e del Dramma borghese saturo di psicologismi. Il teatro che cercava Artaud (nato cent’anni fa, il … Continua a leggere I presagi di Artaud: alterità del corpo e mutazione, tra scena e virtualità

“Reperti del futuro”, personale di Francesco Viscuso a cura di Nero Gallery dal 2 febbraio

A cura della REDAZIONE Nero Gallery è lieta di presentare “Reperti del Futuro” mostra personale di Francesco Viscuso. In un futuro ipotetico e non così remoto, la fine del mondo è già avvenuta e pochi sono i sopravvissuti. Siamo noi i superstiti in questa realtà post-apocalittica e siamo alla ricerca degli amabili resti di quel … Continua a leggere “Reperti del futuro”, personale di Francesco Viscuso a cura di Nero Gallery dal 2 febbraio

Call for Artists di Trasparenze Festival – scadenza 20 febbraio

Chiamata artisti per il progetto Cantieri Creazione e nuove tecnologie Nell’ambito di Trasparenze Festival Scadenza invio proposte 20 febbraio 2019 Per la settima edizione di Trasparenze Festival – che si svolgerà a Modena dal 2 al 5 maggio 2019 – la direzione artistica e la Konsulta rinnovano l’interesse per l’indagine sui linguaggi della scena contemporanea … Continua a leggere Call for Artists di Trasparenze Festival – scadenza 20 febbraio

Magritte, Les Amants: il surrealismo in filosofia

Di LEONARDO CAFFO * Manlio Sgalambro, che non è solo il paroliere di Battiato, dice che alla compiutezza animale del Sé (che di nulla ha bisogno, come abbiamo discusso in precedenza), si contrappone l’autonomia dell’individuo/cittadino che insegue i propri bisogni. Nell’individuo (uomo sociale), sempre secondo il filosofo senza laurea, giace un autocompiacimento per i processi … Continua a leggere Magritte, Les Amants: il surrealismo in filosofia

Abstracta: da Balla alla Street Art, Giornata di Studi il 9 Dicembre al Macro (Roma)

ABSTRACTA da Balla alla Street Art Giornata di studi “Abstracta, da Balla alla Street Art” a cura di Raffaella Bozzini, Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta Museo MACRO, Roma Giornata di studi “Abstracta, da Balla alla Street Art” a cura di Raffaella Bozzini, Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta La giornata di studi, che si terrà il … Continua a leggere Abstracta: da Balla alla Street Art, Giornata di Studi il 9 Dicembre al Macro (Roma)

Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 2/2

Di ENZO CAMPI *   Nel corso di questa disamina abbiamo già incontrato qualche filtro e qualche tramite (l’accostamento oppositivo/riconciliativo tra classicismo e sperimentazione; l’estroiezione di un’anteriorità intesa come flusso e godimento; la produzione di soggettività differita nell’altro, le muse da usare e in cui usarsi, ecc.) e altri ne incontreremo che, seppur diversi tra … Continua a leggere Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 2/2

Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 1/2

Di ENZO CAMPI * In linea di massima e per quel che mi riguarda, basterebbe dire che quest’opera è costituita da una serie di poesie erotiche o, se preferite, aggiungere un’etichetta di genere: «omoerotiche», e il discorso sarebbe già chiuso. Non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro. Non tanto per lo specifico dell’opera di cui … Continua a leggere Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 1/2

BOLOGNA IN LETTERE 2018 – DISLIVELLI – IL PROGRAMMA COMPLETO

BOLOGNA IN LETTERE un festival lungo un anno VI edizione Dislivelli 4/5/11/12/18/19 maggio 2018 i protagonisti i luoghi il programma VENERDÌ 4 MAGGIO FACTORYBO Via Castiglione 26 ore 20.00 ARTAUD DAY Presentazione del volume monografico Artaud Il supplizio della lingua di Enzo Campi (Marco Saya Edizioni) Incontro con Carlo Pasi, Pasquale Di Palmo, Enzo Campi … Continua a leggere BOLOGNA IN LETTERE 2018 – DISLIVELLI – IL PROGRAMMA COMPLETO

Giorgio Agamben: “La passione delle immagini. Per la pittura di Giuseppe Gallo” (1986)

Di GIORGIO AGAMBEN * Un’antica eresia che, sotto il nome di docetismo, è stata tenacemente combattuta dai padri della Chiesa, insegnava che il Salvatore non ha patito egli stesso la morte e crocefissione (come poteva morire, Lui che era la Vita?), ma soltanto in apparenza, attraverso un corpo fittizio, un’immagine. Così il dramma del Golgotha … Continua a leggere Giorgio Agamben: “La passione delle immagini. Per la pittura di Giuseppe Gallo” (1986)

Trasparenze 2018 Festival in Carcere: Chiara Guidi, Leviedelfool e Teatro dell’Argine

  A cura della REDAZIONE La sesta edizione di Trasparenze Festival si terrà a Modena dal 10 al 13 maggio e anche quest’anno ospiterà spettacoli e laboratori all’interno del Carcere, con Chiara Guidi, Leviedelfool e Teatro dell’Argine. Quest’anno, oltre alla Casa Circondariale di Modena, sarà coinvolta anche la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia, nella … Continua a leggere Trasparenze 2018 Festival in Carcere: Chiara Guidi, Leviedelfool e Teatro dell’Argine

La Poesia Sonora, un saggio di Jonida Prifti

  Di JONIDA PRIFTI * Il mondo della Poesia Sonora è vasto e carico di nomi, opere, correnti, manifesti, terminologie, nozioni, sperimentazioni, contaminazioni tra varie discipline come quella visiva, liquida e concreta. Cercherò di soffermarmi sugli autori che più hanno colpito la mia attenzione con un occhio di riguardo per la poesia di Patrizia Vicinelli. Si … Continua a leggere La Poesia Sonora, un saggio di Jonida Prifti

Fabio Strinati, “Il Pianoforte Bianco”, testo inedito

Di FABIO STRINATI   IL PIANOFORTE BIANCO   Dita tremano sui tasti usati dal tempo usciti i suoni del ricordo una nevicata in sentimenti una fessura al torace si racconta,   frasi,   ininterrotte nel vuoto sfumano al vento, passioni musicali all’ingresso scale salgono intessute al cielo colori squagliati pregni i bianchissimi occhi come sulla … Continua a leggere Fabio Strinati, “Il Pianoforte Bianco”, testo inedito

Richiami dell’Origine: richiami rumori di arte bianca

Di VITALDO CONTE   Il flauto di Pan può essere ancora un richiamo per la nostra “rianimazione” naturale, in cui l’arcaico come Tradizione e il contemporaneo come Avanguardia si fondono nelle lingue in progress della creazione. …L’energia magnetica della terra può “richiamarci” con evocazioni ancestrali, in diversi e misteriosi percorsi dell’esistenza, per ricongiungerci alle nostre … Continua a leggere Richiami dell’Origine: richiami rumori di arte bianca

Milano Art Week: gli eventi e gli artisti in programma

Di LARA FACCO   “La Milano Art Week accenderà la città e, a partire da lunedì 9 aprile, saranno decine gli appuntamenti e le opportunità di visitare, conoscere, approfondire i tanti mondi e i diversi linguaggi dell’arte moderna e contemporanea, per i milanesi e per tutti coloro che visiteranno la nostra città in occasione della … Continua a leggere Milano Art Week: gli eventi e gli artisti in programma

«On an Odissey of self-discovery»: Il veliero capovolto di Massimo Rizza e l’archetipo del viaggiatore interiore

Di SONIA CAPOROSSI * Nell’anelito della poesia-che-osa-dire-il-suo-nome, ogni istanza figurale ritrova in un archetipo letterario la propria cartina tornasole. È il caso del veliero capovolto di Massimo Rizza, silloge che ha vinto nel 2016 il concorso Opera Prima di Poesia 2.0, tutta incentrata sul percorso immaginifico e metasemantico di una sorta di tu lirico corrispondente, … Continua a leggere «On an Odissey of self-discovery»: Il veliero capovolto di Massimo Rizza e l’archetipo del viaggiatore interiore

L’installazione di Adriano Engelbrecht e la mostra fotografica di Fiorella Iacono al Festival Natura Dèi Teatri

  A cura della REDAZIONE Il Festival Natura Dèi Teatri accoglie, negli spazi di Lenz Teatro a Parma, un doppio importante debutto, nei giorni 21 e 22 novembre. Adriano Engelbrecht, collaboratore storico di Lenz Fondazione, presenterà stasera e domani un concerto-performance creato ad hoc per il Festival e una mostra di arte visiva dedicata a Friedrich Hölderlin. L’artista parmigiano proporrà, con inizio alle … Continua a leggere L’installazione di Adriano Engelbrecht e la mostra fotografica di Fiorella Iacono al Festival Natura Dèi Teatri

Il corpo ferito come rigenerazione e arte

Di VITALDO CONTE*   La dimensione sciamanica è presente nelle ultime espressioni d’arte del corpo estremo, vissute come un teatro di Live Art. Questo vuole evocare pratiche di colloquio con il mondo “altro” per trovare espressioni nella realtà. La stessa nudità, esibita negli eventi senza riserve, aspira a divenire uno stato rituale, in quanto questo esporsi … Continua a leggere Il corpo ferito come rigenerazione e arte

La morte: mistica e crudeltà di Amore Arte

Di VITALDO CONTE*  Dall’Eros e dal Thanathos, attraverso i Fedeli d’Amore, la carnalità rinascimentale e barocca, il Novecento simbolista sino alla Metafisica del Sesso Forse solo l’Estremo Amore, quello che attraversa la Passione-Morte, merita il nome d’Amore, perché oltrepassa bisogni e confini terreni. Evola ricorda, nella Metafisica del Sesso, l’etimologia della parola “amore” data da … Continua a leggere La morte: mistica e crudeltà di Amore Arte

Marxismo-leninismo essoterico ed esoterico, un saggio di Umberto Petrongari

Di UMBERTO PETRONGARI Dando per buono che i meccanismi politico-economici e propagandistici applicati da Lenin e Stalin in Russia siano stati, nonostante ogni intralcio non dipeso per lo più da loro, di indubbia efficacia, tenterò di cogliere e di chiarire il retroscena filosofico che è alla base dell’efficienza di tali procedimenti (nel saggio non spiegherò … Continua a leggere Marxismo-leninismo essoterico ed esoterico, un saggio di Umberto Petrongari

Paradiso, un pezzo sacro: Lenz Fondazione al Festival Verdi

L E N Z  F O N D A Z I O N E Performing + Visual Arts Foundation PARADISO UN PEZZO SACRO dalle Laudi alla Vergine di Giuseppe Verdi XXXIII Canto del Paradiso di Dante Commissione Festival Verdi NUOVA CREAZIONE SITE-SPECIFIC PONTE NORD PARMA anteprima mercoledì 11 ottobre ore 21 debutto giovedì 12 ottobre ore 21 repliche … Continua a leggere Paradiso, un pezzo sacro: Lenz Fondazione al Festival Verdi

“Cavalcare la tigre” come Dada-Pensiero

Di VITALDO CONTE * Le vicende e i transiti molto personali – fra Futurismo e Dada – costituiscono un aspetto rilevante, non certo marginale, della complessa e versatile personalità di Julius Evola. In questi “passaggi” inizia a formulare un procedimento-percorso di pensiero, attraversando le immagini (pittoriche e poetiche) di avanguardie radicali, come quelle futuriste e … Continua a leggere “Cavalcare la tigre” come Dada-Pensiero

Torna e raddoppia CRISALIDE, il Festival di Masque teatro. A Forlì, dall’1 settembre

A cura della REDAZIONE Giunto alla ventiquattresima edizione allarga il proprio orizzonte, prevedendo una sezione a fine estate e una in autunno. Teatro, danza, musica, video performance, incontri e workshop, a cura di artisti e studiosi italiani e internazionali. Sede principale: il teatro Félix Guattari. Lo storico Festival Crisalide, diretto a Forlì da Masque teatro, … Continua a leggere Torna e raddoppia CRISALIDE, il Festival di Masque teatro. A Forlì, dall’1 settembre

Intorno all’esperienza. Al Festival Crisalide di Forlì una giornata con Frie Leysen e Catia Gatelli

A cura della REDAZIONE La ventiquattresima edizione del Festival diretto da Masque teatro propone, presso il Puntodonna di Forlì, un articolato dialogo con la direttrice artistica belga Frie Leysen (vincitrice nel 2014 del più importante riconoscimento europeo per la cultura, il Premio Erasmo) e l’attrice e regista forlivese (ora di base a Berlino) Catia Gatelli. … Continua a leggere Intorno all’esperienza. Al Festival Crisalide di Forlì una giornata con Frie Leysen e Catia Gatelli

La clientela mitografica di sebastian thrun nelle iperrealtà ipnomorfiche di Lidia Riviello

Di SONIA CAPOROSSI   Il turpe è il calore del superstite Lidia Riviello, Sonnologie, p. 50 i limiti del mio linguaggio sono i limiti del mio mondo Ludwig Wittgenstein   Nella giurisdizione deterritorializzata dei “supermercati onirici” colonizzati dal nostro subconscio di cui parla Emanuele Zinato nella postfazione all’ultimo libro di Lidia Riviello intitolato Sonnologie (Zona … Continua a leggere La clientela mitografica di sebastian thrun nelle iperrealtà ipnomorfiche di Lidia Riviello

“Rosa rossa corpo lettera di estremo amore”, un saggio di Vitaldo Conte

Di VITALDO CONTE * Il simbolo della rosa nell’immaginario artistico e alchemico dell’amore attraversa i secoli senza mai disperdersi pur adattandosi e rinnovandosi nel tempo. La rosa rossa appare nell’immaginario d’amore dell’amante, come in quello del poeta e dell’artista. Ma può divenire anche il segno di un passaggio che ci attraversa con la sua imprevedibile … Continua a leggere “Rosa rossa corpo lettera di estremo amore”, un saggio di Vitaldo Conte