Anarchia del desiderio. Il soggetto rapsodico tra Lacan Deleuze e Artaud

Di ALESSANDRA PIGLIARU* Marea palpitante, marea piena di corpi,di ossa mormoranti, di sangue, di polveri squamose,di luci frantumate, di conchiglie di stelle,santa marea che raduni i corpi. Marea profonda, astri girevoli, schiuma, carne,specchi dove si riflettono gli angeli,fumi, fumi dalle volute stranedove trascorrono specchi di orizzonti erranti.…marea spirituale, marea intessuta di carne,…ricomponi tra noi la … Continua a leggere Anarchia del desiderio. Il soggetto rapsodico tra Lacan Deleuze e Artaud

“Silenzio e tempesta. Poesie d’amore di Rainer Maria Rilke” a Genova (14/02 Stanza della Poesia)

Palazzo Ducale, Genova, La stanza della Poesia, Venerdì prossimo, 14 febbraio ore 17.45, Raffaela Fazio presenta con Massimo Morasso Silenzio e tempesta. Poesie d’amore di Rainer Maria Rilke (Marco Saya Edizioni 2019), seconda uscita della collana di classici “La costante di Fidia”. Ingresso libero. Raffaela Fazio, nata ad Arezzo nel 1971, si è stabilita a … Continua a leggere “Silenzio e tempesta. Poesie d’amore di Rainer Maria Rilke” a Genova (14/02 Stanza della Poesia)

Corpo-lettera: arte di estremo desiderio. A Giovanna Sicari e alle scrittrici segrete

Di VITALDO CONTE 1. L’eros estremo può essere espresso con le immagini di un corpo-lettera di desiderio, volendo narrare un’arte dell’esistenza che diviene SottoMissione d’Amore (mio libro del 2007). Le corpo-lettere sono diventate nel mio lavoro Possessione (1982) attraverso il contatto epidermico di parti del corpo femminile con la propria lettera d’amore. Questa è “siglata” … Continua a leggere Corpo-lettera: arte di estremo desiderio. A Giovanna Sicari e alle scrittrici segrete

Giorgio Manganelli, “Centuria”: l’introduzione di Italo Calvino all’edizione francese

Di ITALO CALVINO * Era ora. Da vent’anni la letteratura italiana ha uno scrittore che non assomiglia a nessun altro, inconfondibile in ogni sua frase, un inventore inesauribile e irresistibile nel gioco del linguaggio e delle idee: e non era mai stato tradotto in francese prima d’ora. Questo vuol dire che l’idea che il lettore … Continua a leggere Giorgio Manganelli, “Centuria”: l’introduzione di Italo Calvino all’edizione francese

Erich Fromm: Istinti e passioni umane nella definizione della distruttività

Di ERICH FROMM * Poiché la violenza e la distruttività aumentano su scala nazionale e mondiale, specialisti e profani hanno rivolto la loro attenzione a una indagine teorica della natura e delle cause dell’aggressione. Questo interesse non sorprende; sorprende invece che sia così recente, soprattutto se si pensa che, già negli anni Venti, uno scienziato … Continua a leggere Erich Fromm: Istinti e passioni umane nella definizione della distruttività

Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 2/2

Di ENZO CAMPI *   Nel corso di questa disamina abbiamo già incontrato qualche filtro e qualche tramite (l’accostamento oppositivo/riconciliativo tra classicismo e sperimentazione; l’estroiezione di un’anteriorità intesa come flusso e godimento; la produzione di soggettività differita nell’altro, le muse da usare e in cui usarsi, ecc.) e altri ne incontreremo che, seppur diversi tra … Continua a leggere Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 2/2

Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 1/2

Di ENZO CAMPI * In linea di massima e per quel che mi riguarda, basterebbe dire che quest’opera è costituita da una serie di poesie erotiche o, se preferite, aggiungere un’etichetta di genere: «omoerotiche», e il discorso sarebbe già chiuso. Non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro. Non tanto per lo specifico dell’opera di cui … Continua a leggere Il tramite e il filtro – Sulle erotomaculae di Sonia Caporossi 1/2

La morte: mistica e crudeltà di Amore Arte

Di VITALDO CONTE*  Dall’Eros e dal Thanathos, attraverso i Fedeli d’Amore, la carnalità rinascimentale e barocca, il Novecento simbolista sino alla Metafisica del Sesso Forse solo l’Estremo Amore, quello che attraversa la Passione-Morte, merita il nome d’Amore, perché oltrepassa bisogni e confini terreni. Evola ricorda, nella Metafisica del Sesso, l’etimologia della parola “amore” data da … Continua a leggere La morte: mistica e crudeltà di Amore Arte

“Tu sei la mia paura più vile”, una prosa inedita di Lisa Orlando

  Di LISA ORLANDO (Tu sei la mia paura più vile, più volgare, più vigliacca; tu sei la risposta che ancora non intendo, il corpo nudo al quale mi unisco, penetrandomi l’orrore dell’ignoto nel trauma delle vene, i polmoni, il cranio, le mie ossa – l’infinità delle tue…) L’uomo, nella notte, va sotto casa di … Continua a leggere “Tu sei la mia paura più vile”, una prosa inedita di Lisa Orlando

“Rosa rossa corpo lettera di estremo amore”, un saggio di Vitaldo Conte

Di VITALDO CONTE * Il simbolo della rosa nell’immaginario artistico e alchemico dell’amore attraversa i secoli senza mai disperdersi pur adattandosi e rinnovandosi nel tempo. La rosa rossa appare nell’immaginario d’amore dell’amante, come in quello del poeta e dell’artista. Ma può divenire anche il segno di un passaggio che ci attraversa con la sua imprevedibile … Continua a leggere “Rosa rossa corpo lettera di estremo amore”, un saggio di Vitaldo Conte

Le competenze organizzativo – gestionali nella società attuale

Di VLADIMIR D’AMORA Se l’elaborare e il valutare riguardano la teoria, il realizzare e il gestire pertengono alla pratica. Si parte dalla teoria, si arriva alla pratica – si insiste nella pratica e si torna alla teoria. La professione del formatore (e/o educatore, e/o riabilitatore) deve saper abitare in maniera virtuosa, cioè producendo effetti reali, … Continua a leggere Le competenze organizzativo – gestionali nella società attuale

Una scrittura felice, un vuoto di felicità: “La forma minima della felicità” di Francesca Marzia Esposito

Di VLADIMIR D’AMORA Francesca Marzia Esposito scrive. E siccome, scrivendo, vive una partecipata anche da segni non di scrittura narrativa, allora Francesca Marzia Esposito scrive vivendo la scrittura, tra scritte vive. Il che si inscrive in una certezza di postmoderno – se il feticismo è postmoderno, ma feticismo solo in quanto un vuoto, dei significanti … Continua a leggere Una scrittura felice, un vuoto di felicità: “La forma minima della felicità” di Francesca Marzia Esposito

Una poesia inedita del poeta ignoto che si cela dietro lo pseudonimo di Anco Verbano

Di ANCO VERBANO *** Unico amore insostituibile, irrifiutabile è quello che si muove tra le particelle, che entra in noi senza visioni. Questo amore ci dà brevi e intense gioie che non sappiamo da dove arrivino – come una brezza che ci ristori quando il giorno non può più stampare un’ombra e piange, la conifera … Continua a leggere Una poesia inedita del poeta ignoto che si cela dietro lo pseudonimo di Anco Verbano

Maria Pia Quintavalla, “I compianti” ovvero: onora il padre e la madre

  Di GIULIA CONTRI * Una questione di eredità I Compianti sono i genitori scomparsi di Quintavalla.  A Quintavalla il tempo ha permesso di fare i conti senza sconti, in età adulta, con l’eredità del pensiero del rapporto con altro e altri da essi ricevuta: con beneficio d’inventario, cioè secondo calcolo di costi e benefici. Anche … Continua a leggere Maria Pia Quintavalla, “I compianti” ovvero: onora il padre e la madre

Abelardo ed Eloisa, rapitori delle stelle

Di SILVIA CASTELLANI Parigi, 1100. Eloisa e Pietro Abelardo, una storia struggente che val bene raccontare attraverso e soprattutto i loro incartamenti. “A quel tempo ero infatti tanto famoso e primeggiavo talmente per essere nel pieno della bellezza e della giovinezza che qualunque donna mi fossi degnato di amare non avevo da temere alcun rifiuto”. Lo … Continua a leggere Abelardo ed Eloisa, rapitori delle stelle

Misticismo 2.0: le ragioni “metafisiche” del successo di Giovanni Allevi

Di FRANCESCO GALLINA Grazie alla Musica ho attraversato mille vite. Ho potuto incontrare sguardi sognanti, ricevere sensuali abbracci, condividere momenti di esistenza che sono rimasti impressi sulla mia pelle. E’ difficile descrivere a parole cosa ho vissuto. Sono stato angelo e demone, vulnerabile e sfacciato, repellente e bellissimo. Ho intravisto dee nascoste in corpi umani, … Continua a leggere Misticismo 2.0: le ragioni “metafisiche” del successo di Giovanni Allevi

“Mi basto sola”, un racconto di Gianluca Massimini

Di GIANLUCA MASSIMINI  Pioveva a dirotto in quell’istante e lui, come previsto, aspettava all’interno. Guardava di fuori, oltre il parabrezza, e già da un po’ di tempo. Rifletteva sul da farsi, in attesa che arrivasse, fino a quando non scorse un’auto lampeggiare e infilarsi veloce tra quelle ferme in sosta. Fu allora che la vide … Continua a leggere “Mi basto sola”, un racconto di Gianluca Massimini

Sette poesie di Tomas Bassini da “E’ stato l’amore la grossa fregatura” (Galassia Arte 2014)

Di TOMAS BASSINI   *   E non rimane che aspettare la caduta di casa, il botto grande come da festone ma più brutto. Non rimane che provarci a stare pronti un poco la sera, ad avere tante dita da incrociare (che poi si fanno bastoncini e giochiamo a un lungo gioco giapponese).   Non … Continua a leggere Sette poesie di Tomas Bassini da “E’ stato l’amore la grossa fregatura” (Galassia Arte 2014)

Indiscrezioni sul bello. Prolegomeni alla fondazione di un’estetica del piacere 6/6

Di VINCENZO LIGUORI VI Nel Fedro platonico, il tema dell’amore, insieme a quello del piacere legato all’erotica dei corpi, esce finalmente allo scoperto. L’affollata casa di Agatone in cui si svolse il celebre Simposio, è ormai alle spalle. Dopo la chiassosa irruzione di Alcibiade, soltanto il sonno in cui sprofondarono i convitati poteva mettere le … Continua a leggere Indiscrezioni sul bello. Prolegomeni alla fondazione di un’estetica del piacere 6/6

“Debunking sull’amore”, un racconto inedito di Andrea Frau

Di ANDREA FRAU Debunking: la pratica di mettere in dubbio o smentire, basandosi su metodologie scientifiche, affermazioni false, esagerate, antiscientifiche. (Definizione Garzanti) Primo tempo. Il signor Soave passava le sue sere a far debunking all’amore. Canticchiava sempre una nenia: “Con un velo da sposa pulisce un telefono a gettoni, per il suo funerale manda le … Continua a leggere “Debunking sull’amore”, un racconto inedito di Andrea Frau

L’antropofania dell’amore revenant: un saggio critico su Il Testamento di R. M. Rilke

Di ALESSANDRO DE CARO I. “La mia vita è una specie particolare d’amore, già esaurito. Allo stesso modo in cui l’amore di San Giorgio si identifica con l’uccisione del drago, un’azione perdurante che colma i tempi sino all’estremo, così anche le risorse del mio cuore sono già impiegate e trasformate in un avvenimento definitivo” 1. … Continua a leggere L’antropofania dell’amore revenant: un saggio critico su Il Testamento di R. M. Rilke