L’installazione di Adriano Engelbrecht e la mostra fotografica di Fiorella Iacono al Festival Natura Dèi Teatri

 

Fiorella Iacono, autoritratto

A cura della REDAZIONE

Il Festival Natura Dèi Teatri accoglie, negli spazi di Lenz Teatro a Parma, un doppio importante debutto, nei giorni 21 e 22 novembre. Adriano Engelbrecht, collaboratore storico di Lenz Fondazione, presenterà stasera e domani un concerto-performance creato ad hoc per il Festival e una mostra di arte visiva dedicata a Friedrich Hölderlin.

L’artista parmigiano proporrà, con inizio alle ore 21, Die Jahreszeiten (Le Stagioni) ricognizione poetico-musicale per violino solo creata ad hoc per Natura Dèi Teatri a partire dalle ultime liriche di Friedrich Hölderlin dedicate alle stagioni: «Sulla scia della struttura compositiva del celebre ciclo vivaldiano, in cui ogni stagione è preceduta da un sonetto esplicativo con la descrizione delle caratteristiche proprie di ogni fase dell’anno, in Die Jahreszeiten il violino ri-disegna musicalmente il ciclo completo delle stagioni attraverso quattro liriche che Hölderlin scrisse a Tubinga nella torre in cui visse gli ultimi 36 anni della sua vita».

Martedì 21 novembre alle ore 22, inoltre, sarà possibile visitare Hyperion – pro_fili di_versi, installazione di Adriano Engelbrecht composta di ventotto piccole carte giustapposte, realizzate a partire da un unico verso tratto dal romanzo epistolare Hyperion di F. Hölderlin, che «disegnano i profili del volto poetico dell’artista nell’atto dell’enunciazione, lettera per lettera, del verso hölderliniano fino a tesserlo nella sua interezza». L’esposizione sarà visitabile gratuitamente il 22 novembre ore 22-23 e dal 23 al 30 novembre ore 17-19 (chiuso la domenica).

Adriano Engelbrecht è nato in Germania nel 1967 e vive a Parma. Poeta, artista, musicista, attore, ha pubblicato Dittico Gotico per Cultura Duemila Editrice (1993), Lungo la vertebrata costa del cuore per I Quaderni del Battello Ebbro (2003), La piscina probatica per Fedelo’s Editrice (2006), Tristano per Lieto colle (2007). Nel dicembre 2015 è uscita, insieme alla poetessa Ilaria Drago, la raccolta poetica Ubicazione Ignota, sempre per Fedelo’s Editrice. Conduce da molti anni un articolato percorso di ricerca sul rapporto tra poesia, arte e teatro. L’ultima produzione poetica si è specificata anche nella forma installativa/espositiva e sonora indagando il rapporto tra parola, segno visivo e composizione musicale. Il suo lavoro è stato presentato in numerosi teatri, musei, gallerie e festival, sia in Italia che all’estero, tra cui anche il Festival Internazionale della Poesia di Genova, Parmapoesia Festival, Ricercare di Reggio Emilia e Ermo Colle. Per molti anni attore e musicista nelle creazioni di Lenz Rifrazioni, nel 2015 è stato interprete insieme a Valentina Barbarini di Hyperion, per la regia di Maria Federica Maestri e nel 2018 sarà protagonista di Rosa Winkel, lavoro drammaturgico dedicato alla persecuzione degli omosessuali durante il regime nazista.

Dal 24 al 30 novembre sarà inoltre visibile la mostra fotografica di Fiorella Iacono, artista in residenza a Lenz Teatro per il triennio 2016-2018, Purgatorio + Paradiso, realizzata a partire da due spettacoli di Lenz Fondazione dedicati alla Divina Commedia di Dante Alighieri allestiti nei mesi scorsi in due spazi monumentali della città di Parma: la Crociera dell’ex Ospedale Vecchio e il Ponte Nord: «Le sale antiche dell’ex Ospedale Vecchio di Parma, ora trasformate in Archivio e delimitate da grandi scaffalature di legno, sono state lo sfondo per le fotografie di scena che ho scattato per Purgatorio. La particolare spazialità di questi ambienti, mi ha dato modo di evidenziare le composizioni sceniche tra luci ed ombre che ne sottolineavano la forte tragicità. In occasione di Paradiso. Un Pezzo Sacro ho fotografato attrici, attori e scene tentando di cogliere espressioni, movimenti e sguardi nella loro dimensione poetica. Ho cercato di percepire il contrasto tra l’umano e il divino sullo sfondo delle strutture contemporanee del Ponte Nord. Il lavoro è in digitale, a colori e in bianco e nero». Inaugurazione 24 novembre ore 18; apertura dal 25 al 30 novembre ore 17-19 (chiuso la domenica).

Il Festival diretto da Lenz Fondazione proseguirà fino al 30 novembre con un denso programma di teatro, danza e prestigiose residenze artistiche internazionali.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...