los-respiros-del-alma6-donatella-dangelo-e-jose-lasheras-2013 los-respiros-del-alma5-donatella-dangelo-e-jose-lasheras-2013

Dalla serie fotografica "Los respiros del alma" -Donatella D'Angelo e Jose Lasheras (2013)
Dalla serie fotografica “Los respiros del alma” -Donatella D’Angelo e Jose Lasheras (2013), contenuta in “Memento Vivere” (Edizioni del Foglio Clandestino 2016)

 

ESTRATTI DA MEMENTO VIVERE – Taccuino poetico-fotografico sull’AMORE e la MORTALITÁ della CARNE

di DONATELLA D’ANGELO
LIBRO I
2
parevano stanche le mani
così deboli al tocco
timidi prolungamenti del giorno
non avvertivi ancora
il senso del distacco
sponda del tempo
accanto a un altro cielo
8
moriamo come
la notte nel ventre
poco a poco
tra ciglia nere
occhi stanchi
che osservano il mare
incresparsi
cogliamo il buio
dell’ultimo giorno
a pelle nuda
là dove l’amore
si fa unico gesto
e si appropria
dei nostri ricordi
10
siamo linee che s’intersecano
e un giorno muoiono
in quel tempo di nulla
fatto di pelle e mani
giunte in preghiera
siamo catene legate
a ossa in crescita
e passioni che sgorgano
tra vulcani spenti e umori mattutini
sillabe in viaggio senza futuro
LIBRO II
42
quel fraseggio con le dita
toccandosi
è assenza e insieme memoria
un figlio nato postumo
il ricordo svanisce al suono della voce
privato di un luogo
in cui annidarsi
ci si abitua sempre
alle scomodità del corpo
54
se tu sapessi
da dove viene questo grano
la fatica della semina
e del raccolto
se tu sapessi
capire la direzione del vento
tra le spighe
se tu sapessi tutte le risposte
dove vanno le anatre d’inverno
coglieresti il sale dal mare
con la punta delle dita
58
di noi parleranno le pietre
e la terra nera
che ha accolto la polvere
ai margini del vento
luce postuma
e visione di corpi
nei mesi freddi
resta il silenzio del cielo
nella negazione delle forme