Agenda 31 per la scuola pubblica

Difendiamo la scuola pubblica
Difendiamo la scuola pubblica

Questa agenda, promossa dall’iniziativa del gruppo facebook DOCENTI INCAZZATI e della pagina DOCENTI CONTRO LA LEGGE APREA, e sottoscritta da 259 colleghi di tutta Italia, si rivolge a tutti i candidati alle elezioni del 24-25 febbraio che vogliono difendere la scuola pubblica e i diritti di tutti i lavoratori e degli studenti, contro la devastazione operata dalle riforme degli ultimi dieci anni e contro ogni ipotesi di ulteriore taglio alle risorse per l’istruzione, ma che sono, come dimostrano i programmi fin qui pubblicati dai partiti, e le dichiarazioni pubbliche di molti politici, drammaticamente A CORTO DI ARGOMENTI.

I docenti che hanno sottoscritto questo appello si sono fermati a 31 argomenti, consapevoli che potevano essere 99, ma consapevoli soprattutto che la gran parte delle priorità di questa fase è legata alla resistenza a un progetto di ridimensionamento delle finalità educative della scuola pubblica, di attacco ai diritti dei lavoratori, di introduzione di elementi di profitto, rinviando la formulazione di una proposta costruttiva, coerente e organica, a un momento più adatto alla riflessione e alla progettazione di una proposta organica, in cui l’agenda non sia dettata da scadenze decise altrove.

La scuola pubblica vive infatti da almeno un quindicennio in una continua emergenza, sottoposta a tagli indiscriminati alle risorse, a riforme disorganiche e incongrue, che costringono i lavoratori, gli studenti e in genere tutta l’utenza a un atteggiamento di difesa dell’esistente.

In particolare osserviamo che, così come è assente da tutti i canali di informazione, se non quando, sempre più spesso, è teatro di fatti di cronaca, ugualmente la scuola pubblica risulta avere un ruolo di secondo piano nei programmi elettorali di tutti i candidati alle prossime elezioni politiche.

Per questo, per ricordare che esistiamo, per rammentare quali sono le reali esigenze della scuola e dei suoi utenti, abbiamo deciso, insegnanti di tutta Italia, di ogni ordine di scuola, rappresentanti di tutte le classi di concorso, di produrre e diffondere un’agenda in cui elencare in modo articolato le richieste fondamentali che, pensiamo, dovrebbero costituire gli obiettivi minimi di qualsiasi programma politico.

1. No agli aumenti dell’orario di servizio dei docenti in qualsiasi ordine e grado di scuola, indipendentemente da possibili aumenti di stipendio;

2. No a qualsiasi ipotesi di revisione unilaterale del contratto; abrogazione del decreto legislativo 150 del 2009 (legge Brunetta), che ha fortemente dimensionato il potere contrattuale dei lavoratori, attraverso lo spegnimento del potere precedentemente riconosciuto alla contrattazione collettiva e il recupero di ‘‘potere unilaterale’’ in capo alle amministrazioni, all’insegna di quello che è stato definito il ‘‘governo meritocratico’’ della pubblica amministrazione; abolizione dell’articolo 71 della legge legge 133 del 2008, comma 1 (Assenze per malattia e per permesso retribuito dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni) punitivo verso tutti i lavoratori;
3. Abolizione della Riforma Gelmini (legge 166 del 2008), con la restituzione delle ore tagliate a discipline fondamentali come l’italiano e le lingue, il ripristino delle migliori sperimentazioni come il Pni e il bilinguismo, il ripristino del tempo pieno e del modulo nella scuola primaria, nonché la restituzione delle cattedre risultate in esubero in seguito ai tagli;

4. No a qualsiasi ipotesi di riforma degli organi collegiali in senso privatistico:  blocco definitivo del ddl 953 (ex Aprea);

5. Stabilizzazione dei precari e immissioni in ruolo su tutte le cattedre vacanti fino a completo esaurimento delle Graduatorie ad Esaurimento;

6. No a sistemi di reclutamento poco trasparenti e deprofessionalizzanti come la chiamata diretta da parte dei presidi e concorsi a cattedra con prove a quiz non pertinenti alle discipline di insegnamento;

7. No ai test INVALSI e alla Scuola-quiz;

8. No all’utilizzo autoritario del sistema di valutazione come forma di controllo sociale della scuola e dei suoi lavoratori (secondo quanto prevede il comma 149 della Legge di stabilità e l’art. 3 dell’ipotesi di accordo sugli scatti d’anzianità: “d’ora in avanti gli scatti saranno dati in base alla “produttività”);

9. Graduale innalzamento degli stipendi per adeguarli al tasso di inflazione programmata e renderli progressivamente più vicini a quelli degli altri paesi europei;

10. No ai finanziamenti alle scuole private e ritiro della legge 62/2000 sulla parità scolastica;

11. No all’abolizione del valore legale del titolo di studio;

12. No a ogni ipotesi di diminuzione di un anno del percorso scolastico complessivo;

13. No alla premialità e al merito per pochi, bensì progressioni di carriera e scatti stipendiali per tutti;

14. No all’accorpamento delle classi di concorso;

15. No alla riconversione degli esuberi sul sostegno (ritiro decreto direttoriale n°7 del 16 aprile 2012);

16. No all’organico funzionale, strumento utilizzato per limitare le “risorse” attuali, al netto dei tagli della riforma Gelmini;

17. Ritiro dei tagli previsti per la Scuola dalla Spending Review per il prossimo triennio. No a tagli sulla scuola guidati solo da politiche di risparmio del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze);

18. Ristrutturare subito le scuole fatiscenti, manutenzione di tutte le scuole;

19. No ad ulteriori dimensionamenti della rete scolastica;

20. Ritiro di tutte le norme previste nelle leggi Finanziarie e di Stabilità degli anni tra il 2001-2002 a oggi che hanno aumentato il numero di alunni per classe con effetti devastanti sulla didattica;

21. No alla riconversione del personale docente dichiarato inidoneo nei profili del personale A.t.a. e ripristino del Dpr 416/74 che prevede l’“utilizzazione in compiti diversi del personale dichiarato inidoneo per motivi di salute”;

22. Riconoscimento della patologia derivante dal burnout del docente e possibilità di opzione per il prepensionamento, anche per favorire l’occupazione di insegnanti giovani nella scuola;

23. Sanatoria per i docenti quota 96 truffati da un cavillo del governo che ha fatto valere l’anno scolastico come anno solare e ne ha ritardato il pensionamento;

24. No alla unificazione delle aree di sostegno, con conseguente cancellazione della modifica del decreto ministeriale n. 132 del 26 aprile 1993; ripristino rapporto 1/1 sul sostegno e restituzione ore sottratte ai disabili di qualsiasi tipo (e ai Dsa) rimasti senza docente di sostegno. Si rammenta infatti che, nel rapporto annuale del comitato europeo dei diritti sociali del Consiglio d’Europa relativo al periodo 2007-2010, l’Italia risulta promossa per il rispetto del diritto delle persone portatrici di handicap all’autonomia, all’integrazione sociale e alla partecipazione alla vita della comunità;

25. Ritiro della norma che vieta la monetarizzazione delle ferie non godute a partire dal 1 settembre 2013 per tutti i docenti e A.t.a. con contratti a tempo determinato fino al 30 giugno o fino al termine delle lezioni o con supplenze brevi. Divieto di imposizione d’ufficio delle ferie durante la sospensione delle attività didattiche in violazione del diritto costituzionale di uguaglianza (art. 3 Cost.) tra lavoratore e lavoratore;

26 Valorizzazione dei corsi serali statali rispetto all’ambiguo programma di riordino dei corsi per adulti;

27. Obbligo di accorpamento delle classi per l’insegnamento di Insegnamento Religione Cattolica e/o materia alternativa quando le adesioni siano inferiori a 15 alunni;

28. Sì all’obbligo di nominare un supplente anche per un solo giorno quando l’insegnante o il collaboratore è assente nella scuola dell’infanzia e primaria;

29. Sì all’obbligo per tutte le amministrazioni scolastiche, centrali e periferiche, di utilizzo di programmi open source come LINUX, allo scopo di realizzare consistenti risparmi;

30. No a modifiche del calendario scolastico che tendono a trasformare la scuola in un parcheggio o in un luogo di intrattenimento per gli alunni, sì ad un adeguato riconoscimento del fatto che la pausa estiva dall’attività di lezione costituisce, per i docenti, una preziosa fase di studio personale, di necessario aggiornamento professionale, di preparazione e di progettazione dell’attività didattica del successivo anno scolastico;

31. No a riforme comunque calate dall’alto che non tengono conto delle esigenze reali della scuola e che appaiono dettate solo dalla volontà di risparmiare, con l’effetto di svuotare progressivamente lo stesso significato di diritto allo studio e la funzione educativa e culturale che la scuola dovrebbe avere.

 Firmatari:

Abele Rizzello, ITST Fermi, Francavilla Fontana (Brindisi)

Ada Mariani, liceo classico Socrate, Roma

Ada Sciolti, IC Colombo, Cagliari

Adriana Gullo, liceo scientifico Galilei, Pescara

Alerino Palma di Cesnola, liceo scientifico Virgilio, Roma

Alessandra Giammusso, liceo classico R. Settimo, Caltanissetta

Alessandra Taddei, IC A. Rosmini, Pusiano (Como)

Alessandro Gisonda, liceo classico Mamiani, Roma

Alessandro Santi, IC Rosmini, Roma

Alessandro Tagariello, Istituto Comprensivo Battisti-Pascoli, Molfetta (Bari)

Alfonso Corigliano, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Alice Romagnoli, ITCG Compagnoni, Lugo (Ravenna)

Amanda Garau, ITT Livia Bottardi, Roma

Angela Olivieri, IC A. Bonsignore, Licata (Ragusa)

Angela Serino, IPSSAR Tor Carbone (Roma)

Angelo Imbrogno, IIS via de Mattias, Roma

Anna Fusto, Istituto Comprensivo Corrado Alvaro, Cetraro (Cosenza)

Anna Grazia Visti, scuola media S. Lucia, Bergamo

Anna Maria Grimaldi, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Anna Paravani, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Anna Prete, IC San Michele Salentino (Brindisi)

Annalisa Bellini, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Annalisa Biondi, IC San Pietro in Casale (Bologna) 

Annalisa Bonica, insegnante precaria, liceo scientifico Einaudi, Novafeltria (Rimini)

Annalisa Perna, liceo I. Kant, Roma

Annamaria Coppola, insegnante di francese, Napoli

Annamaria Guerra, ITC V. Giordano, Bitonto (Bari)

Antonella Pierangeli, IC Zagarolo (Roma)

Arianna Bracani, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Aquilina Ticchi, liceo classico Virgilio, Roma

Aurora Vittorini, liceo scientifico A. Bafile, L’Aquila

Balbina Nannarone, insegnante precaria A051, liceo scientifico Pascal, Pomezia (Roma) e liceo scientifico Volterra, Ciampino (Roma)

Barbara Gentili, liceo scientifico Tullio Levi-Civita, Roma

Barbara Quagliarini, insegnante con contratto a t. i. nella scuola secondaria di II grado, Roma

Bianca Zeppetella, insegnante di Arte, Roma

Brunella Baldassarre, IC via Bandello, Roma

Brunello Arborio, ISA O. Metelli, Terni

Calogero Strazzanti, liceo scientifico Majorana, Nicosia (Enna)

Carla Argentieri, insegnante precaria, Padova

Carla Petrucci, Istituto Comprensivo Senigallia nord Mercantini (Ancona)

Carmelo Pizza, liceo classico Virgilio, Roma

Carola Catenacci, liceo scientifico Morgagni, Roma

Caterina Pazienza, IIS Corridoni-Campana, Osimo (Ancona)

Catia Mogetta, IIS Santoni, Pisa

Cecilia Ghione, liceo scientifico Francesco d’Assisi, Roma

Cecilia Polverini, liceo classico Russell, Roma

Chiara Avallone, ITC Pirelli, Roma

Cinzia D’Eramo, Istituto Trasporti e Logistica L. Acciaiuoli, Ortona (Chieti)

Claudia Amato, insegnante di scienze motorie, Roma

Claudia Cornacchini, IC San Pietro in Casale (Bologna) 

Claudia Di Cave, liceo classico Virgilio, Roma

Concetta Solidoro, insegnante precaria A010, Lecce

Cosimo De Nitto, insegnante di scuola secondaria di II grado in pensione

Costantino Castellotti, IC Bianchi-Colosimi, Scigliano (Cosenza)

Cristian Martino, ITST E. Fermi, Francavilla Fontana (Brindisi)

Cristiana Grosso, liceo I. Kant, Roma

Cristina Antonini, liceo Copernico, Verona

Cristina De Franceschi, liceo Leonardo Da Vinci, Verona

Cristina Mancini, ITC Lombardo Radice, Roma

Daniela Barbato, insegnante di lingue, Roma

Daniela Barbieri, liceo classico De Sanctis, Roma

Daniela Cola, IC Nuovo Ponte di Nona, Roma

Daniela Costabile, liceo Tommaso Campanella, Lamezia Terme (Catanzaro)

Daniela Mariani, IC Giovanni XXIII, Pineto (Teramo)

Daniela Pia, IPSSAR Monserrato, Cagliari

Daniela Versace, liceo Ciceri, Como

Domenica Martire, liceo classico Socrate, Roma

Domenico Cogliandro, liceo scientifico D’Alessandro, Bagheria (Palermo)

Domenico Dilettuso. ITT Bitonto (Bari)

Donata Niccolai, liceo Ciceri, Como

Donatella Maggio, IC I Circolo, Oria (Brindisi)

Donatella Pironti, ISIS Tassinari, Pozzuoli (Napoli)

Elena De Santis, liceo classico Cicerone, Frascati (Roma)

Eleonora Testi, liceo scientifico Tullio Levi-Civita, Roma

Eleonora Villa, IP R. Rossellini, Roma

Elisabetta Di Pietro, liceo classico Lucrezio Caro, Roma

Enza Barbone, liceo scientifico Galilei, Bitonto (Bari)

Ermanno Gizzi, IISPT Nuovo, Palestrina (Roma)

Ettore Greco, insegnante precario A020, Roma

Eulalia Grillo, IC San Giovanni in Persiceto (Bologna)

Fabiana Prata, ITC Lombardo Radice, Roma

Fabio Tassoni, liceo scientifico Talete, Roma

Fabrizia Piccolo, insegnante in pensione d’ufficio per inidoneità

Fausta Schiavone, IC G. Marconi, Palagianello (Taranto)

Febronia Campisi, liceo classico Virgilio, Roma

Federica Tommasi, liceo scientifico Avogadro, Roma

Filippo Di Cataldo, IC via Marelli, Roma

Fiorella Pellegrino docente precaria A345-A346, Avellino

Fiorella Prenna, liceo scientifico delle scienze applicate, Mantova

Fiorenza Conservo, insegnante precaria di Arte, Milano

Francesca Bernardo, liceo classico Virgilio, Roma

Francesca D’agostino, insegnante precaria A245-A246-A345-A346, Milano

Francesca Forteleoni, IC Olbia

Francesca Ghione, liceo scientifico Francesco d’Assisi, Roma

Francesco Benedetti, liceo classico paritario S. Giovanni Evangelista, Roma

Gabriele Andreacchio, Istituto Comprensivo Corrado Alvaro, Cetraro (Cosenza)

Gabriella Cittadini, liceo Euclide, Cagliari

Gabriella Imbrogiani, IC E. Montale, Cologno Monzese (Milano)

Gaetana Coco, liceo classico Russell, Roma

Gaetano Massimo Cassarà, insegnante precario ex A060, ITI Mottura, Caltanissetta

Georgia Conti, liceo scientifico T. Gullace Talotta, Roma

Gianfranco Mosconi, liceo classico Socrate, Roma

Gianpaolo D’Elia, liceo classico G. B. Vico, Nocera Inferiore (Salerno)

Giorgia Penzi, IM Gassman, Roma

Giovanna Amoroso, liceo classico Cagnazzi, Altamura (Bari)

Giovanni Pietro Pastorello, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Giovanni Priore, liceo scientifico Talete, Roma

Giulia Fonsato, insegnante A345-A346, Milano

Giulietta Stirati, liceo I. Kant, Roma

Giulio Scarchini, liceo linguistico e delle scienze umane James Joyce, Ariccia (Roma)

Giuseppe Palatrasio, IIS Oriani-Mazzini, Milano

Giuseppe Simone, insegnante di scuola secondaria di I grado, Reggio Calabria

Giuseppe Senatore, insegnante precario Strumento musicale AB77, Torino

Giuseppina Maggi, liceo Laura Bassi e istituto Aldrovandi Rubbiani, Bologna

Grazia Ardillo, scuola media di Rignano Flaminio (Roma)

Grazia Maria Bertini, liceo classico Virgilio, Roma

Grazia Scribano, IC I. Buttitta, Bagheria (Palermo)

Grazia Sicolo, scuola media Casavola, Modugno (Bari)

Grazia Varvara, insegnante precaria scuola secondaria di I grado, Gravina (Bari)

Graziana Giotta, IC Modugno-Galilei, Monopoli (Bari)

Graziana Urso, liceo Ciceri, Como

Guido De Marco, ITC Lombardo Radice, Roma

Ilaria Rossato, insegnante precaria A245-A246-A345-A346

Immacolata Sirianni, Liceo T. Campanella, Lamezia Terme (Catanzaro)

Josefine Antonella, insegnante precaria A025-A028-AD03-AD00, Caserta

Iosella Grussu, IPIA Emanuela Loi, Carbonia

Irene Cardona, educatore nei convitti, Roma

Irene Carducci, insegnante precaria A051, liceo scientifico Cavour, Roma

Irene Coiante, IC Enzo Biagi, Roma

Isa Martinelli, ITC Lombardo Radice, Roma

Laura Barberio IC Fantappiè, Viterbo

Laura Marinoni, IC Rovetta, Bergamo

Laura Mazzotti, liceo scientifico Tullio Levi-Civita, Roma

Leandro Ianni, IIS Manzoni, Mistretta (Messina)

Leonardo Gnesi, insegnante precario A049, Pisa

Licia Cataldi, liceo scientifico Galilei, Pescara

Livia Bidoli, liceo classico Virgilio, Roma

Luca Cangemi, liceo Lombardo-Radice, Catania

Luca La Pietra, liceo scientifico Enriques, Roma

Luca Lattanzi, liceo classico A. Caro, Fermo

Lucia Addante, IC De Amicis, Laterza (Bari)

Lucia Salmaso, liceo classico Virgilio, Roma

Manuela Cioni, IC San Pietro in Casale (Bologna)

Manuela Dolciotti, IC Savino, Roma

Manuela Revello, liceo scientifico Virgilio, Roma

Manuele Di Felice, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Marcello Nobili, liceo artistico Roma III

Marco Grossi, insegnante di lingue straniere e sostegno, Teramo

Marco Guido Spartaco Strada, scuola media L. Pirandello, Solaro (Milano)

Marco Magni, liceo classico Lucrezio Caro, Roma

Marco Pichelli, IIS Volta, Pescara

Maria Alberta Bungaro liceo scientifico Talete, Roma

Maria Belfiore, liceo classico Socrate, Roma

Maria Chiara De Pietro, liceo statale Montanari, Verona

Maria D’Avino, Ipsia Grafici D’Arzo, S’Ilario d’Enza (Reggio Emilia)

Maria Elisabetta Gregori, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Maria Grazia Antonella, insegnante precaria A051, liceo classico Cicerone, Frascati

Maria Grazia Chetta, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Maria Grazia Midossi, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Maria Grazia Palombi, liceo classico M. Buratti, Viterbo

Maria José Carteri, insegnante precaria A037, Catanzaro

Maria Laura Celli, scuola dell’infanzia, Castrovillari

Maria Luisa Notaro, liceo scientifico Talete, Roma

Maria Orsola Mirelli, IC via Fabiola, Roma

Maria Rosaria Della Camera, liceo classico Cicerone, Frascati (Roma)

Maria Sole Caselli, IC San Pietro in Casale, Bologna

Maria Stefania Gianforte, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Marialuisa Giannone, liceo Carducci, Ferrara

Mariateresa Pindilli, IC G. Perlasca, Roma

Mariella Melito IS Gemelli Careri, Taurianova (Reggio Calabria)

Mariella Principi, liceo artistico Apolloni, Fano (Pesaro)

Marina Ciusa, ITCG Alberti, Roma

Marinella Spinazzola, IISS S. Trinchese, Martano (Lecce)

Massimiliano Manganelli, IC via Rugantino, Roma

Maurizio Monego, IISPT via Pedemontana, Palestrina (Roma)

Melania Urru, insegnante precaria A030-A029-AD00-AD04, IC Senorbì (Cagliari)

Michela Martelli, insegnante precaria A043-A050-A051-AD00-AD02, Bologna

Michela Meli, liceo scientifico G. Fracastoro, Verona

Michele Fortunato, insegnante precario, istituto Aldrovandi Rubbiani, Bologna

Monica Gallarati, IC largo San Pio V, Roma

Monja Marconi, liceo classico Benedetto da Norcia, Roma

Nicola Nigro, liceo scientifico Morgagni, Roma

Nicola Vinci, IC Pisano, Caldiero (Verona)

Nicoletta Di Reda, IC Via Mazzatinti, Roma

Nina Mele, ITST Francavilla Fontana (Brindisi)

Ornella Fiorito, IPSSAR Tognazzi, Velletri (Roma)

Ornella Maione, IPSSCS. sez. associata di Bitonto (Bari) dell’IISS De Gemmis di Terlizzi

Pamela Marchesotti, liceo Joyce, Ariccia (Roma)

Paola Antignano, liceo classico Cicerone, Frascati (Roma)

Paola Castorino, insegnante precaria A052, Roma

Paola Mastrantonio, liceo scientifico Talete, Roma

Paola Merciai, liceo Aristofane e liceo Azzarita, Roma

Paola Ricci, IC Camaiore 2 (Lucca)

Paolo Antonucci, IPC Falck, Cologno Monzese (Milano)

Paolo Sirabella, liceo scientifico Talete, Roma

Pasqualina Ruffa, liceo T. Campanella, Lamezia Terme (Catanzaro)

Patrizia Domenicone Nardone, Liceo Artistico Caravillani, Roma

Piera Carboni, insegnante precaria scuola secondaria I grado, Sassari

Piera Spigarelli, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Pierangela Frau, IC via Gentile, Roma

Piero Carbone, ICS Quasimodo-Oberdan, Palermo

Pietro Li Causi, liceo scientifico S. Cannizzaro, Palermo

Raffaella Aniello, ISIS C. A. Dalla Chiesa, Montefiascone (Viterbo)

Raffaella Montani, liceo scientifico Pertini, Ladispoli (Roma)

Raffaella Salvi, ITIS Einstein, Roma

Raoul Francillo, liceo Lucio Anneo Seneca, Roma

Riccardo Caneba, IPSSAR Tognazzi, Velletri (Roma)

Riccardo Poglio, ITSSE Carlo Levi, Torino

Roberta Aniello, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Roberta Musolesi, scuola primaria V. Fiorini, Bologna

Roberto Cirelli, liceo artistico Enrico e Umberto Nordio, Trieste

Romana Occhinegro, precaria A036, Pisa

Romano Daniele, IC Crispi Cocchiara, Palermo

Romilde Mauro, liceo I. Kant, Roma

Rosa Balzano, insegnante precaria A043-A050-A051-A052, scuola media Morante, Garbagnate milanese (Milano)

Rosa Fontana, liceo R. Caccioppoli, Scafati (Salerno)

Rosa Pascuzzi, liceo T. Campanella, Lamezia Terme (Catanzaro)

Rosalia Rizzo, IC Alighieri, Spoltore (Pescara)

Rosalinda Renda, insegnante precaria A037, attualmente in servizio al liceo scientifico Talete, Roma

Rosanna Ruffo, IC Scialoja-Cortese, Napoli

Rosanna Verbaro, IIS Atestino, Este (Padova)

Rosaria Guarnaccia, liceo classico Socrate, Roma

Rosario Dati, ITIS Pacinotti, Taranto

Rosario Oliviero, ITC Diaz, Napoli

Rosella Cerra IPSIA Lamezia Terme (Catanzaro)

Rosina Silenzio, insegnante precaria, IC Pirandello, Villagrande di Mombaroccio (Pesaro)

Rossella Bocchi, scuola primaria Bologna, al momento distaccata all’estero

Rossella Pistola, insegnante di scienze motorie, Palermo

Sabina Bracaccini, IC G. Nicolini, Capranica (Viterbo)

Sabrina Di Pasquali, IIS Quarenghi, Subiaco (Roma)

Sabrina Nardone, liceo Giulio Cesare, Roma

Sandra Lubrano, liceo classico Mameli, Roma

Sandra Rusca, IMS Giordano Bruno, Roma

Sara Goddi, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Serena Iacono, liceo scientifico Labriola, Roma

Serena Sassara, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Serenella Bugari, insegnante di inglese, Castelfidardo (Ancona)

Silvana Meli, IC piazza Minucciano, Roma

Silvia Alberti, liceo Galilei, Verona

Simona Graziadei, liceo classico Lucrezio Caro, Roma

Simona Lanari, IC A. Scriattoli, Vetralla (Viterbo)

Sonia Caporossi, IC Zagarolo (Roma)

Stefania De Stefani, IC via Tiburtina Antica – 2° CTP, Roma

Stefania Ferretti, IC via Anagni, Roma

Stefania Frangia, insegnante presso 2° CPT, Roma

Stefano Ponis, scuola media Anna Magnani, Roma

Stefano Silvi, IC Manzi, Roma

Susanna Giansanti, liceo classico Virgilio, Roma

Susanna Mattarocci, liceo scientifico Amaldi, Roma

Susanna Tocco, liceo scientifico Talete, Roma

Teodosio Orlando, Scuola Europea di Monaco di Baviera/Liceo classico Dante Alighieri, Roma

Teresa Ciarmiello, insegnante precaria AD01-A060, liceo scientifico Touschek, Grottaferrata (Roma) e liceo scientifico Landi, Velletri (Roma)

Tilde Centracchio, liceo Claudio Eliano, Palestrina (Roma)

Tiziana Pompili, ITCG Fermi, Tivoli (Roma)

Tiziana Venditti, , IC Giovanni XXIII, Pineto (Teramo)

Tullia Blundo, ITIS Leonardo da Vinci, Pisa

Valeria Bruccola, insegnante precaria, Viterbo

Valeria Salvati, IC G.Nicolini, Capranica (Viterbo)

Virginia D’Alò, IC Giovanni XXIII, Pineto (Teramo)

Vittorio Balestrieri, educatore del Convitto di Napoli

 

Annunci

2 pensieri riguardo “Agenda 31 per la scuola pubblica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...